“Piedibus” un progetto interamente sviluppato dalla classe quinta A della scuola Don Bosco di Avezzano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Sono molto emozionato e soddisfatto del progetto elaborato dalla classe quinta A della scuola Don Bosco di Avezzano, un progetto di piedibus interamente sviluppato dai giovanissimi alunni con l’aiuto delle loro maestre Cinzia Maceroni, Enrica De Tiberis e Cristina Rodorigo.

A parlare è l’assessore Pierluigi Di Stefano che ha raccolto con piacere l’invito della scuola che ha presentato l’iniziativa.

Prendendo spunto da un articolo che hanno letto risalente a un incontro avvenuto a gennaio 2018 tra me, all’epoca Presidente della Commissione Urbanistica e il Comitato di Mobilità Sostenibile, incontro in cui si iniziò a parlare di piedibus, i ragazzi hanno preso a sviluppare autonomamente un progetto molto articolato, facendo indagini statistiche, interviste a campione, l’analisi delle variabili e lo studio del percorso. 

Il tutto corredato da un video davvero ben fatto, riassuntivo di un’analisi qualitativa e quantitativa fatta con grafici sinottici chiari e delle tabelle schematiche molto chiare.

Si sono inoltre evidenziati gli aspetti più importanti del piedibus e cioè i benefici sulla salute dei bambini, ovvero gli effetti positivi che produce la mobilità sostenibile sia a livello fisico che a livello psicologico e sociale, soprattutto in età scolare. 

Ho chiesto loro di poter venire in Comune a raccontarci questo innovativo progetto, che possa diventare la base su cui lavorare per sviluppare un programma di piedibus che coinvolga nell’immediato futuro tutte le scuole della città“.