Piccolo “spoiler” sui lavori di restauro della Casa natia di Ignazio Silone, soddisfazione del primo cittadino di Pescina

PESCINA – Sul profilo facebook del primo cittadino di Pescina Stefano Iulianella possiamo ammirare la nuova pavimentazione della casa natia di Ignazio Silone, il celebre scrittore marsicano pseudonimo di Secondo Tranquilli, che affonda le proprie origini nel Comune marsicano di Pescina.

Chi era Ignazio SIlone ? è stato uno scrittore, giornalista , saggista e drammaturgo. Annoverato tra gli intellettuali italiani più conosciuti e letti in Europa e nel mondo, il suo  scritto più celebre,  Fontamara, emblematico per la denuncia della condizione di povertà ed ingiustizia e oppressione sociale delle classi subalterne, è stato tradotto in innumerevoli lingue; tra il 1946 e il 1963 ha ricevuto ben dieci candidature al Premio Nobel per la Letteratura.

Di indiscusso valore e prestigio pertanto fu e continuerà ad essere la figura del nostro conterraneo, simbolo della grandezza intellettuale e del potenziale della Marsica in termini di risorse: umane, culturali , storiche ed intellettuali.

Cosi , il Sindaco di Pescina , si mostra orgoglioso della restaurazione di questo vero e proprio gioiello della cultura nostrana: .La prova dei pavimenti in cotto fatti a mano per completare il restauro integrale della Casa natia di Ignazio Silone.  Gli infissi, invece, sono già stati montati”.

Interessante l’intervento di Marco Di Nicola che si dice entusiasta del progetto di restauro ed esordisce cosi sui social: ” Un intervento tanto incredibile quanto bello. Fino a qualche anno fa, la Casa natia di Silone era un immobile di proprietà di un privato cittadino, che lo ha donato al Comune di Pescina.
In seguito all’atto notarile, la ricerca dei finanziamenti. Ricordo le diverse lettere, le parole utilizzate, i volti presenti e la gioia al momento della concessione del contributo. Poi le procedure per cantierizzare l’opera. Ora, siamo giunti quasi al termine: tra qualche settimana verrà restituito alla Città un piccolo gioiello incastonato nel cuore di un centro storico che, nel corso degli anni, sta cambiando volto“.