Pestato a sangue e gettato in un campo, terrore a Cappelle



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Scurcola Marsicana. Una vera e propria spedizione punitiva, le botte a sangue e poi l’abbandono in un campo. È successo intorno alle 19.30 a Cappelle. Secondo una prima ricostruzione dei fatti due uomini sono entrati in un bar e hanno obbligato un 32enne del posto, A.C., ad uscire fuori.

Ad attenderlo c’erano altri due uomini. In quattro lo hanno caricato in macchina e lo hanno portato in un campo. Il 32enne è stato ritrovato da un passante. Era in una pozza di sangue. Sul posto si sono precipitati i sanitari dell’associazione 16 maggio 1982 di Tagliacozzo insieme ai carabinieri. I militari sono ancora a caccia dei quattro aggressori. Le operazioni sono coordinate dal comandante della compagnia dei carabinieri di Tagliacozzo, il capitano Edoardo Commandè.

Alla base dell’aggressione, ci sarebbe un dissidio nato per i tartufi: probabilmente un conto in sospeso da pagare. Il 32enne è ricoverato all’ospedale di Avezzano con numerose lesioni gravi. Non dovrebbe essere in pericolo di vita ma viene tenuto sotto stretta osservazione dei medici.




Lascia un commento