Pescasseroli Città che legge: firmato il “Patto per la lettura”

Pescasseroli – E’ stato firmato  venerdì 4 Giugno, a Pescasseroli, il “Patto per la lettura” sulla base di una iniziativa del Cepell (Centro per il libro e la lettura) in Italia.
Pescasseroli è coinvolta in quanto una delle “Città che legge”, riconosciuta, unica
in Abruzzo tra i comuni “minori” sulla base di un bando del Mibact e dell’Anci,
per l’annualità 2020/2021.

Hanno partecipato ed hanno apposto la firma: il Comune di Pescasseroli (sindaco Luigi La Cesa, la Sindaca dei Ragazzi Aurora D’Addezio e l’assessore Pistilli), il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise (il Presidente Giovanni Cannata e la responsabile della Biblioteca Loretta Montenero), l’Istituto comprensivo B. Croce di Pescasseroli e Castel di Sangro (La Dirigente Nadia Morena), La Dmc Alto Sangro (Ernesto Alba) e poi l’Associazione Albergatori, il Premio Benedetto Croce, La Fondazione Erminio e Zel Sipari, l’Ass. Alpini, la Protezione Civile, la Coop. Horizon, Pescasseroli Eviva, la Pro Loco, il Coro Decima Sinfonia, l’Ass. Centro Storico e tantissimi cittadini.
Erano presenti anche gli alunni dell’Istituto Comprensivo insieme alle docenti
che hanno letto brani dei Libri che “Pescasseroli Città che legge” ed il Comune
hanno donato alla Scuola ed alla biblioteca del Parco.

Oltre agli interventi dei presenti, sono giunti i messaggi di adesione
da Dacia Maraini e dal Direttore del Cepell Angelo Piero Cappello.