Pensa di eludere i controlli nascondendo la droga negli indumenti intimi, la perquisisce la carabiniera e viene arrestata insieme al compagno



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Luco dei Marsi. La lotta al traffico di stupefacenti nella Marsica condotta dai Carabinieri della Compagnia di Avezzano prosegue senza sosta con l’ennesimo arresto: un marocchino ed una italiana sono stati arrestati per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Pensa di eludere i controlli nascondendo la droga negli indumenti intimi, la perquisisce la carabiniera e viene arrestata insieme al compagnoFiniti in manette Mohammed Moujjan, classe 1988, già arrestato nel marzo scorso con 10 grammi di cocaina, e la compagna Valeria Verna, classe 1995.

L’operazione è stata condotta dai militari della locale stazione dei carabinieri, al comando del maresciallo Marco Fanella.

Come riportato in una nota inviata dal comando compagnia dell’Arma di Avezzano, la coppia, a bordo di una macchina lungo la Variante, ha attirato le “attenzioni” dei militari, impegnati in un servizio perlustrativo: i due erano già noti ai militari.

Appena vista la macchina di servizio mostravano un chiaro nervosismo visibile dall’abitacolo della macchina, dove i militari notavano il marocchino passare qualcosa alla ragazza, probabilmente nella convinzione che non sarebbe stata perquisita: qualcosa che la giovanePensa di eludere i controlli nascondendo la droga negli indumenti intimi, la perquisisce la carabiniera e viene arrestata insieme al compagno si affannava a nascondere.

Deciso per il controllo, i militari sottoponevano a perquisizione il migrante con esito negativo e successivamente portavano entrambi in caserma dove, richiesto il supporto di un militare donna per le operazioni di perquisizione, venivano rinvenuti 50 grammi di hashish e 1 dose di cocaina occultati degli indumenti intimi della ragazza.

Dichiarati in stato d’arresto, su disposizione della Procura della Repubblica, i due sono stati accompagnati nella loro abitazione in regime di arresti domiciliari.

Il migrante era già stato arrestato lo scorso marzo, clicca qui per leggere l’articolo:

Da Ovindoli a Pescina per spacciare ai ragazzini. Arrestati due giovani marocchini




Lascia un commento