Parco giochi della pineta di Avezzano etichettato con non usare e non efficiente, Di Cintio (PSI) “Una situazione surreale che mortifica una intera città”



AvezzanoSergio Di Cintio, coordinatore marsicano PSI, denuncia lo stato di degrado e di abbandono della pineta e del suo parco, e lo fa attraverso delle considerazioni puntuali sullo stato di fatto di alcune aree verde e ricreative della città di Avezzano. I giochi e le attrezzature malandate o addirittura divelte e l’assenza di un’adeguata segnalazione rappresentano un pericolo per l’incolumità pubblica.

Così Sergio Di Cintio:

“Lo stato di degrado e di abbandono della pineta e del suo parco mortificano una città e mi lasciano con l’amaro in bocca, passeggiando ho notato del nastro da cantiere che delimita alcuni giochi e attrezzature divelte, e dei cartelli con su scritto“Non Usare non Efficiente” una situazione a dir poco surreale.

Un pericolo per la pubblica incolumità, difatti il parco rimane aperto e solo alcuni elementi sono segnalati come pericolosi, forse per sentirsi a posto con la coscienza, altri giochi sono malandati, ci sono dei pericolosi ferri a vista senza contare i cocci delle bottiglie ed immondizia varia.

Essendo l’area accessibile ai bambini ed ai frequentatori, i pericoli rimangono come il problema serio della sicurezza, un altalena non ha più il piede d’appoggio per esempio, l’area ludica, quindi, andrebbe recintata con ulteriori disagi per chi utilizza la Pineta per fare una passeggiata rilassarsi o fare sport. 

 Gli interventi della passata amministrazione sono stati pressappoco nulli in questa zona, ricordo i proclami elettorali. Mi lascia perplesso anche la disparità di utilizzo dei fondi, un nuovo parco per l’ormai famoso T-Rex e per la sicurezza di Piazza Torlonia, dove per un faretto rotto all’interno della fontana sono stati trovati ulteriori denari per installare un impianto di videosorveglianza, a ragione mi farebbe piacere avere un resoconto sul funzionamento dell’impianto, atto a giustificare tale spesa,  e se per esempio è stato multato qualcuno, visto le foto che vengono postate suo social che spaziano da abbandono di rifiuti, bivacchi e nuovi giochi rovinati. Mentre tutto tace per il polmone verde di Avezzano, fra rischio per la sicurezza degli avventori, area ludica ed attrezzature malridotte e spesso inutilizzabili, rifiuti di vario tipo, scarsa illuminazione notturna ed accessibilità per le persone con disabilità inesistente.”