fbpx

Palazzo Torlonia, dura risposta della Polizia Locale di Avezzano ai funzionari dell’Archivio di Stato

Avezzano – “Per il trasferimento degli uffici di polizia locale presso l’ala est di Palazzo Torlonia (uffici ex economato Arssa) è in corso di istruttoria un complesso procedimento amministrativo, che vede coinvolti vari e autorevoli interlocutori istituzionali, chiamati a perseguire e contemperare più interessi pubblici di natura certamente non semplice”.

E’ quanto afferma una nota stampa a firma del Comando di Polizia Locale di Avezzano. “La polizia locale è, quindi, in silenziosa attesa dell’esito di tale procedimento in ossequio allo spirito di servizio che da sempre la caratterizza e che dovrebbe contraddistinguere ogni pubblico funzionario. Ben venga quindi anche il confronto pubblico, che sicuramente gioverà a tutti, ma francamente appare inopportuna e incomprensibile la rumorosa presa di posizione di un impiegato dell’archivio di Stato il quale, anziché restare nei panni che gli competono, si cimenta sui media in improbabili valutazioni tecniche proprie di altri uffici, senza essere parte del procedimento amministrativo e senza conoscere nulla della vicenda se non per “sentito dire”. E, si crede, anche con una conoscenza forse pari allo zero del lavoro, degli standard operativi e degli obblighi di servizio della polizia locale (ma di quali “porte blindate” sta parlando? Ma quali due stanze per assicurare un presidio di quella portata, su quella superficie, per tutto l’anno e per l’intera giornata)”.

“La proprietà del bene – conclude la nota – è della Regione, mentre la gestione e le responsabilità sono ora del Comune, i quali nella conferenza di servizi hanno dichiarato di avere tutto l’interesse affinché il complesso di villa Torlonia trovi la sua massima espressione e nel contempo anche un’adeguata e efficace azione di custodia”.

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend