Ovindoli, LiberaMente Insieme fa il punto su 200 giorni di amministrazione



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Ovindoli. Il movimento politico “LiberaMente Insieme” larga espressione della società civile, nato in occasione delle elezioni amministrative del 2 giugno scorso, con il compito di supportare criticamente l’operato dell’Amministrazione comunale di Ovindoli, si è riunito in occasione dei 200 giorni dell’Amministrazione.

A guida del movimento, con ruolo di coordinatore, Igino Chiuchiarelli, già vicesindaco di Simone Angelosante nell’amministrazione 2001/2006.

La riunione, che ha visto la partecipazione della quale totalità dei componenti e la presenza di tutti gli amministratori di maggioranza, è servita sia per fare il punto dell’azione amministrativa che per l’organizzazione di gruppi di lavoro tematici a supporto.

Dopo una breve relazione sulla strutturazione funzionale del movimento si sono definiti, dopo una breve fase di concertazione, i diversi temi su cui organizzare le sedute di lavoro dei gruppi: pianificazione e assetto del territorio, turismo ed economia integrata, sociale e fattori aggregativi, analisi risorse alternative, consulta giovani.

La costituzione dei gruppi, che prevede la partecipazione attiva degli amministratori secondo le specifiche deleghe, rappresenta l’attuazione del modello partecipativo proposto nel programma elettorale per arrivare ad un nuovo impegno civile e al perseguimento della più volte ricordata “TRASPARENZA AMMINISTRATIVA”.

“Raccogliere le istanze di un paese che negli ultimi dieci anni ha avuto una drastica battuta d’arresto”, sottolinea il sindaco Simone Angelosante, “con evidente perdita di presenze turistiche, diminuzione dell’occupazione, incuria e abbandono dei centri storici e dei servizi primari, rappresenta il problema più imminente su cui lavorare per arrivare a una rapida soluzione. Diverse saranno le azioni che saranno messe in campo che non possono ormai prescindere dalla ricerca di fonti di finanziamento alternative. Sarà necessario un nuovo modello di sviluppo e una progettualità innovativa e moderna”.

E anche per questo la giunta e i consiglieri stanno portando avanti oltre alla razionalizzazione dei costi e il miglioramento dell’efficienza degli uffici anche uno studio sulla ricerca di forme di finanziamento alternative o auto finanziamento.

A conclusione è stato rinnovato da parte del coordinatore Chiuchiarelli, a nome di tutti gli iscritti, l’impegno ad essere al fianco dell’amministrazione e di esserne anche la coscienza critica.




Lascia un commento