Ospedale di Tagliacozzo, in Comune arriva l’assessore Paolucci e promette: “Per la Regione il primo intervento rimarrà h24”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Tagliacozzo. L’assessore regionale Silvio Paolucci ed il manager Asl Rinaldo Tordera, ieri sono stati ricevuti a Tagliacozzo dal sindaco della città Vincenzo Giovagnorio, dalla presidente del Consiglio comunale Anna Mastroddi ed alcuni assessori dell’attuale amministrazione cittadina. L’incontro si è svolto nell’Aula consiliare gremita di cittadini che, negli ultimi giorni hanno manifestato ansia e preoccupazione per le voci che sono circolate in merito alla situazione dell’Ospedale di Tagliacozzo, poiché qualcuno ha parlato di eventuale ulteriore ridimensionamento. <Niente di tutto questo – ha affermato l’Assessore – e non ho nessuna difficoltà a preparare una delibera di Giunta regionale specifica dove elencare tutte le attività sanitarie che si svolgono nel vostro ospedale; posso assicurare che non verrà toccato nulla: i Punti di primo intervento (Ppi) rimarranno h24 e non deve esserci alcun allarmismo>.

Inoltre ha proseguito Paolucci, <sono migliorati i Livelli essenziali di assistenza (Lea) e la qualità della Sanità in Abruzzo, secondo i dati del Ministero>. La Regione si rende disponibile per eventuali interventi strutturali che si dovessero rendere necessari per la struttura. La Riabilitazione esistente ha concluso l’Assessore, < ha un suo spazio ma, occorrerà vedere se si giustifica in base agli interventi che effettua>.

Il dottor Tordera, ha ribadito che <da agosto, data dell’ultima visita a Tagliacozzo, non è cambiato nulla; il Presidio di Tagliacozzo è esattamente quello che era qualche anno fa: la Riabilitazione c’era, c’è e ci sarà domani, ma tutto dipende dalla Regione se si potranno aumentare i posti letto come richiesto dal Sindaco, poiché dobbiamo assicurare quell’equilibrio economico – finanziario; cercheremo di utilizzare al meglio l’ospedale di Tagliacozzo>.

Poi però, alla domanda del giornalista, sull’Ospedale di comunità, ha risposto: <Qui nessuno sapeva della situazione che esiste a Tagliacozzo dove due medici di base non hanno aderito all’iniziativa ed una donna di 81 anni non è stata accettata poiché proveniente da uno dei due medici; comunque provvederemo a sanare la situazione>.

Il sindaco Vincenzo Giovagnorio ha ribadito la necessità di mantenere a Tagliacozzo una struttura funzionante, sia perché località turistica, sia perché serve un ampio territorio.

A seguito dell’incontro l’amministrazione comunale ha diffuso una nota alla stampa:

L’Assessore regionale alla Sanità Silvio Paolucci, il Direttore Generale della Asl1- Abruzzo Rinaldo Tordera con il Sindaco Vincenzo Giovagnorio e i Sindaci della Marsica hanno messo la parola FINE alla strumentale polemica portata avanti dalle minoranze consiliari di Tagliacozzo sul Punto di Primo Intervento e sull’Ospedale riabilitativo “Umberto I”, .

In un’affollata Conferenza Stampa, nella Sala Consiliare di Tagliacozzo, l’Assessore Paolucci ha chiarito definitivamente la posizione del Governo regionale in materia di riorganizzazione del sistema sanitario e delle direttive relative ai presidi ospedalieri dei centri più piccoli, in particolare di quello di Tagliacozzo e di quello di Pescina.

Nessuna chiusura e tantomeno depotenziamento sia dell’Ospedale, sia del Punto di Primo Intervento sono stati mai statuiti da alcun documento, così come invece falsamente propagandato anche a mezzo stampa.

Il Sindaco Giovagnorio da parte sua ha tenuto a precisare che per quanto riguarda la linea della propria amministrazione, da ora in poi, si cambierà stile: “…basta alla politica urlata! Alla politica portata avanti da fantomatici comitati pro-ospedale che hanno adito la via delle aule giudiziarie o dei ricorsi ai tribunali amministrativi! Questa politica non ha portato a nulla! Anzi ha piuttosto nuociuto alla causa del nostro Presidio sanitario che non apportato benefici!” – E infine ha detto: “Noi siamo e saremo per un costante, fermo e rispettoso dialogo con le Istituzioni extra-comunali preposte alla gestione dei servizi sanitari del territorio”.

Durante l’incontro in Comune Terremarsicane ha registrato delle dirette che possono essere visualizzate ancora nella pagina Facebook del giornale. Seguitissima la ripresa dell’intervento del consigliere comunale di opposizione Vincenzo Montelisciani il quale, carte alla mano, ha spiegato il perché è stato portato all’attenzione dei cittadini il tema del presidio di Tagliacozzo.

Il commento di Montelisciani: “Come opposizioni siamo solo parzialmente soddisfatti. È positivo che la nostra iniziativa di questi mesi abbia spinto Paolucci a venire a Tagliacozzo. Finalmente si è preso atto delle norme che predispongono la chiusura del PPI. Ma l’impegno dell’assessore a rinnovare le proroghe che attualmente tengono attivo il PPI h24 mediante una delibera di giunta non è sufficiente. È necessario infatti modificare gli atti che dispongono la disattivazione dei PPI, a cominciare dal piano sanitario regionale, altrimenti viene confermato quello che abbiamo detto in questi mesi: nel medio termine la Regione dispone la chiusura del PPI. Continuiamo a chiedere soluzioni definitive e strutturali, che solo la modifica dell’assetto normativo del Piano Sanitario Regionale può garantire. Lo stesso vale per i reparti di riabilitazione: nel Piano Sanitario dovrà essere introdotta la dicitura “Polo Riabilitativo”. Anche in questo caso non basta una delibera di Giunta a darci garanzie durevoli.”



Lascia un commento