Olicar, i sindacati confermano lo stato di agitazione



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Rischiano di prendere gli stipendi fino a dicembre in grave ritardo e la tredicesima dopo la metà del prossimo gennaio. Una situazione davvero difficile per oltre 100 dipendenti della Olicar, la società che si occupa della manutenzione di tutti i presidi ospedalieri della Provincia dell’Aquila.

Nemmeno l’incontro avvenuto ieri in Prefettura tra sindacati, Asl e la la società Olicar è servito a raggiungere un accordo: l’azienda si è impegnata a pagare i propri dipendenti per la metà di ogni mese ed a versare la tredicesima per la metà di gennaio 2018; la Asl, dal canto suo, ha annunciato la pubblicazione di un nuovo bando per l’appalto dei servizi considerato che l’attuale scadrà il prossimo gennaio. Una soluzione, questa, che non ha convinto i sindacati che hanno, di conseguenza, confermato lo stato di agitazione.

L’accordo tra le parti, al momento, sembra quindi ancora lontano.

 




Lascia un commento