Oggi i funerali delle vittime dell’elicottero del 118 caduto, atteso anche il ministro Pinotti



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

L’Aquila.  Grande partecipazione, da parte della città e di tutto l’Abruzzo, alla camera ardente allestita all’Aquila, già da ieri, nella chiesa di San Bernardino a Piazza d’Armi, dove si trovano i feretri delle vittime dell’incidente dell’elicottero del 118, verificatosi martedì scorso.

Un flusso ininterrotto di gente, dalle 9.00 di questa mattina e ancora adesso (oltre l’ora di chiusura stabilita per la camera ardente) gremisce la chiesa per dare l’ultimo saluto agli uomini che hanno perso la vita sul Monte Cefalone.

Oggi alle 14.00, come annunciato, si terranno i funerali. Il rito funebre, nella chiesa di San Bernardino a Piazza d’armi, verrà celebrato per 4 delle 6 vittime:  il medico Walter Bucci, 57 anni di Rocca di Cambio; l’infermiere Giuseppe Serpetti, 59 anni di Arischia (AQ); il tecnico di bordo Mario Matrella, 42 anni, di Putignano (Bari) e Davide De Carolis, tecnico del soccorso alpino, originario di Teramo. Ai funerali che si terranno all’Aquila, a piazza d’Armi, non è esclusa la partecipazione del ministro alla difesaRoberta Pinotti.

Per le altre due persone morte, Gianmarco Zavoli, pilota dell’elicottero, 46 anni, ed Ettore Palanca, lo sciatore di 50 anni che era stato soccorso sulle piste di Monte Felice, le esequie si terranno invece a Rimini e Roma, nei rispettivi luoghi di residenza. Questa mattina, attorno alle 9.00, dalla camera ardente della chiesa di San Bernardino, le salme di Zavoli e  Palanca sono state trasferite nelle due città di Lazio e Romagna.  Oltre al 118 di L’Aquila, schierato per il picchetto d’onore, sono presenti nella camera ardente rappresentanze del servizio di soccorso della Marsica e delle altre province d’Abruzzo.

 




Lascia un commento