Mini: Marsica e Piana del Cavaliere escluse da agevolazioni Strategia nazionale specializzazione intelligente



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Oricola. «La settimana scorsa la Direzione generale Incentivi alle Imprese del Ministero sviluppo economico ha aggiunto 163 milioni di euro al credito d’imposta per gli investimenti innovativi da parte di imprese nelle Regioni del sud e ha spiegato che per la Regione Abruzzo tale agevolazioni valgono solo per i territori 107.3.c».

Questo è quanto premette Vincenzo Mini, Capogruppo consiliare di OricolaCamp, intervenendo dal Distretto Industriale Piana del Cavaliere: «La strategia nazionale di specializzazione intelligente – precisa Mini – non si limita soltanto a favorire lo sviluppo dell’industria 4.0 ma aiuta i settori del Turismo, patrimonio culturale e industria della creatività; Agenda Digitale, Smart Communities, sistemi di mobilità intelligente; Salute, alimentazione, qualità della vita.

Ciò significa che nell’immediato continuiamo a perdere occasioni per risollevare il nostro territorio e restiamo in attesa di improbabili incentivi da chi sa quale fonte. Nel frattempo altre aree abruzzesi (Tossicia – Pietracamela – Alto Aterno – Gran Sasso della Laga) si propongono e ottengono di essere definite Aree Interne nella strategia nazionale con finanziamenti dallo Stato.

Purtroppo oramai è indubbio, non essendo il nostro territorio nel 107.3.c e nelle Aree Interne e, le cui conseguenze, da noi continuamente denunciate da luglio 2014, sono sotto gli occhi di tutti – conclude Mini –  portano le imprese a non investire e delocalizzare».




Lascia un commento