martedì, 18 Giugno 2024
Home Attualità O.S.S. idonea del concorso Asl 1 in attesa dello scorrimento della graduatoria: “Quando si sbloccherà questa situazione? Siamo al limite”

O.S.S. idonea del concorso Asl 1 in attesa dello scorrimento della graduatoria: “Quando si sbloccherà questa situazione? Siamo al limite”

Di Redazione News
2 minuti lettura
A+A-
Reset

Marsica – Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una idonea al concorso O.S.S. in attesa dello scorrimento della graduatoria della Asl 1.

“Nella Asl 1 – scrive – c’è carenza di O.S.S. Il personale da chiamare c’è, ma è fermo in una graduatoria. Nel 2020 viene bandito un concorso in forma aggregata che vede la Asl di Teramo come capofila, insieme alla Asl 1 Avezzano L’Aquila Sulmona e alla Asl di Chieti. Nell’autunno del 2021 viene fatta la prova del concorso, ma bisogna attendere aprile 2022 per avere la prima graduatoria, poi cambiata più volte per via dei ricorsi. Da lì passano 7 mesi, arriviamo all’autunno del 2022, prima di avere le prime chiamate dei vincitori e i primi scorrimenti. Il problema principale era rappresentato dalla mole di personale che lavorava com l’agenzia interinale, si parlava di oltre 350 unità.

Man mano vengono poi sostituiti con gli idonei di concorso. Ad oggi se ne contano ancora una quarantina, un dato però non confermato da parte della Asl. Ma torniamo al nostro calvario. Ad oggi sono state chiamate 389 su 588 che fanno parte della graduatoria, ma c’è da dire che da dicembre 2023 ci sono 20 persone che hanno dato la propria disponibilità ad una eventuale assunzione, ma ancora non sono stati chiamati.

Inoltre, a gennaio 2024, con tanto di delibera da parte della Asl 1, il piano assunzionale prevede che nel corso dell’anno 2024 vengano assunte 100 unità. Ma di questo neanche l’ombra. Ne mancano ancora 20 del vecchio fabbisogno. Per cui mi chiedo come vengano assistiti i pazienti, come facciano i nostri colleghi a reggere turni massacrati e noi siamo qui pronti per fare il nostro lavoro. Quando si sbloccherà questa situazione? Siamo al limite”.

Invito alla lettura