Neurochirurgia ad Avezzano, Iampieri ottiene l’impegno di Tordera alla riapertura



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano -“Nell’incontro che abbiamo avuto oggi con il manager della Asl, il dottor Todera, lo stesso ci ha rassicurato che Emodinamica ad Avezzano tornerà in tempi rapidi alla piena operatività e che la chiusura di neurochirurgia sarà solo temporanea e non definitiva come da alcuni scelleratamente auspicato. Il manager, a tal proposito, ci ha invece confermato di aver già predisposto l’assunzione del personale medico necessario a riaprire nel minor tempo possibile il reparto di neurochirurgia ad Avezzano, probabilmente, già prima di ferragosto”.

Lo riferisce il consigliere regionale di Forza Italia, Emilio Iampieri, promotore dell’incontro che si è tenuto in una sala del municipio di Avezzano, a cui hanno partecipato, oltre al dott. Tordera, il consigliere provinciale Gianluca Alfonsi, i sindaci di diversi Comuni della Marsica, tra cui San Benedetto del Tronto, Luco dei Marsi, Cappadocia, Villavallelonga, Castellafiume e Trasacco, l’ex sindaco di Tagliacozzo Maurizio Di Marco Testa e il coordinatore comunale di Forza Italia Maurizio Bianchini.

Il consigliere provinciale Gianluca Alfonsi ha fatto presente al manager che “non si tratta di miope campanilismo ma che l’orografia stessa della marsica rende necessaria la piena funzionalità dei reparti ‘salvavita’ come neurochirurgia, laddove è assolutamente impossibile raggiungere l’ospedale dell’Aquila in trenta minuti, facendo l’esempio dei paesi della marsica est da lui rappresentati, in cui anche la viabilità è insoddisfacente”. Argomenti che hanno trovato il manager pienamente d’accordo.

“Sono molto soddisfatto dell’incontro avuto con il dottor Tordera, che ringrazio per la disponibilità e la concretezza dimostrata con gli impegni assunti alla presenza dei nostri sindaci perché – ha sottolineato Iampieri – spazzano via dichiarazioni di altri, che riteniamo estemporanee, gravi e del tutto fuori luogo. In ogni caso – conclude Iampieri – noi non ci lasceremo intimidire dai baroni della medicina, che sembrano più interessati a salvaguardare le loro legittime carriere al diritto alla salute di tutti i cittadini e non abbasseremo di certo la guardia, tenendo alta l’attenzione della politica e dell’opinione pubblica su tale situazione”.




Lascia un commento