Nell’impianto Aciam di Aielli i rifiuti gestiti dalla Segen



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Marsica – I rifiuti urbani indifferenziati prodotti dal comprensorio gestito dalla Segen, saranno lavorati nell’impianto di compostaggio di Aielli, di proprietà dell’Aciam. Il dirigente del servizio gestione rifiuti regionale, Franco Gerardini, ha chiesto un supporto impiantistico per la gestione dei rifiuti “Cer 200301” della Segen, all’Aciam, la partecipata presieduta da Lorenza Panei. Si tratta quindi dei rifiuti che arrivano da Balsorano, Canistro, Capistrello, Castellafiume, Civita D’Antino, Civitella Roveto, Morino, San Vincenzo Valle Roveto, Tagliacozzo e Luco Dei Marsi, per un totale di 21.274 utenze e un totale di 32.567 abitanti.

Si parla di una quantità pari a circa 80 tonnellate a settimana. Il contratto è già stato firmato nella sede dell’Aciam, dalla presidente Panei e dal presidente della Segen, Fernando Capone e avrà valenza fino al 31 dicembre 2016. «In un momento critico come quello che il settore rifiuti sta attraversando nella nostra regione» commenta la presidente Lorenza Panei, «è urgente affrontare definitivamente in modo integrato tutte le fasi del ciclo dei rifiuti, raccolta, trattamento e smaltimento, nell’ottica di una razionalizzazione di impianti e risorse che miri alla riduzione dei costi al cittadino e della quantità di rifiuti da smaltire in discarica».




Lascia un commento