Montagne di immondizia accumulate nel territorio di Capistrello: “vergogna no limits”



Capistrello – “Vergogna no limits“, è con questa sorta di slogan che gli amministratori di Capistrello sottolineano, ancora una volta, l’inciviltà di quei cittadini che, nonostante le campagne ecologiche, nonostante l’operato del Comune, di enti e volontari, continuano imperterriti ad abbandonare quantità impressionanti di rifiuti nelle campagne e nelle zone discoste del territorio.

Ogni volta” si legge nella nota diffusa dal Comune “a seguito di ogni intervento, si spera che certe schifezze non possano più verificarsi, ma purtroppo, ogni volta la realtà supera l’immaginazione. Ancora siamo costretti a vedere immagini del nostro territorio deturpato. Quelle in mostra sono nei pressi del ponte Graziani. Un luogo che dovrebbe essere specchio e attrattiva, vista l’importanza storica propria e la vicinanza con l’emissario e siti turistici come il percorso dei mulini, ma che viene trasformato da esseri ignobili in discarica a cielo aperto“.

La raccolta dei rifiuti, ormai, avviene con il porta a porta. Anche i rifiuti ingombranti possono essere smaltiti facilmente seguendo una semplice procedura. Eppure sembra tutto inutile: “lo scoramento, oltre che per il fatto in sé, ci assale al pensiero dell’inutilità di ciò che vediamo. Quale insufficienza mentale appartiene a queste persone che, invece di sfruttare la raccolta porta a porta, scelgono di caricare i rifiuti per andarli a gettare in tale modo osceno? Oltre la stupidità del gesto, sappiate che il numero di videocamere o fototrappole, cresce di continuo, così come le sanzioni. Se non con l’intelletto forse comprenderete con il portafoglio“.




Leggi anche