“Minacce di morte da un clandestino che vive a casa mia”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Trasacco – C’è voluta una vita di duro lavoro per riuscire a a realizzare una casa con quattro appartamenti, tutti da affittare. E ora uno di questi è stato occupato da un immigrato, senza regolare permesso di soggiorno, che il proprietario non riesce ma mandare via.

“L’ultima volta che sono andato a casa  – ha dichiarato al quotidiano Il Centro Giuseppe Baldassarre – sono stato minacciato di morte: quell’uomo mi ha detto che mi avrebbe buttato giù per le scale”.

E’ quanto sta accadendo al civico 25 di via Cesare Battisti, a Trasacco. “Quando si è presentato mi ha detto che aveva un regolare permesso di soggiorno e che lavorava in un’azienda di Ortucchio, così gli ho creduto e gli ho consegnato le chiavi di casa mia, convinto che a breve avremmo regolarizzato il tutto. Ma da quel momento in poi sono iniziati i miei guai. Non sono non ho visto un centesimo, ma lui si è impossessato del mio appartamento. Ho anche scoperto che era clandestino che era stato raggiunto da un decreto di espulsione. Ho avvertito Vigili Urbani e Carabinieri ma mi hanno risposto che non possono fare niente: mi chiedo a chi bisogna rivolgersi in Italia per far rispettare le leggi”.

L’immigrato, tra l’altro è noto a Trasacco: qualche tempo fa aveva danneggiato la teca dei defibrillatori in Piazza Matteotti e, incastrato dalla telecamere, era stato sottoposto all’obbligo di firma.




Lascia un commento