Marsilio interviene sulla vicenda Sorgente Sponga alla Santa Croce “dimostra incapacità’ del centrosinistra””



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Canistro – “La vicenda della sorgente Sponga di Canistro è il manifesto dell’incapacità della giunta regionale uscente di centrosinistra “. A dirlo è il candidato presidente del centrodestra alla Regione Abruzzo, Marco Marsilio, che si è incontrato con il sindaco di Canistro, Angelo Di Paolo, e i cittadini.

“Dopo due bandi dimostratisi inutili alla prova dei fatti, come centrodestra ci impegniamo a emettere subito un nuovo bando, che dia certezza ai dipendenti licenziati e alle loro famiglie – sottolinea Marsilio – È questo un problema che coinvolge un’intera comunità e il territorio di riferimento. Infatti, la sorgente significa occupazione, investimenti, valore aggiunto per l’economia locale. Far tornare in attività questa azienda – ha concluso Marsilio – è strategico per il territorio e per l’Abruzzo tutto, anche in termini di immagine, perché dimostra come la natura sia stata generosa e di come possa essere opportunamente finalizzata da un punto di vista imprenditoriale”.