Marsica, riduzione del costo del biglietto. Con qualche intoppo ma si torna alle tariffe del 2017



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano –  Dal 1°agosto, come annunciato dalla home page del sito di Trenitalia, è entrato in vigore l’algoritmo, che dopo il dietrofront dell’anno scorso su intervento di una associazione di consumatori per errori di calcolo, doveva provvedere all’applicazione della tariffa sovraregionale (tra due regioni) per correggere e ridurre le tariffe in vigore, prevedendo addirittura l’emissione di un bonus a rimborso di quanto pagato in eccesso nel periodo ottobre 2017 – 31 luglio 2018, dietro presentazione di un modulo predisposto.

Il problema è che da stazioni quali Avezzano e Tagliacozzo il calcolo ha funzionato con il ritorno alle tariffe del gennaio 2017, con un decremento medio del 3%.
Per Carsoli non solo non si è avuto il decremento, ma addirittura un aumento di circa il 22%, ad esempio da 68,70 € mensili a 83,80 € con il ricalcolo.

A causa di questo problema si è provveduto ad effettuare un reclamo a Trenitalia, e il personale e gli addetti alle biglietterie centrali erano all’insaputa di ciò.

L’impasse è stata superata, e Trenitalia ha appena pubblicato un vademecum che illustra come ottenere il rimborso e come utilizzarlo: è sufficiente presentarsi in biglietteria, o passare dal sito web in caso di abbonamento elettronico, e ottenere uno sconto utilizzabile per l’acquisto di tutti i titolo di viaggio.




Lascia un commento