13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
Marsica – Erminio Sipari (Alvito 1869 – Roma 1968) è spesso ricordato per essere stato il fautore e primo presidente del Parco nazionale d’Abruzzo, uno dei pionieri della conservazione...
Castello baronale dei Colonna (Avezzano)
L’arrivo dei  Colonna nella Marsica: amministratori del feudo in fermento nel 1653
Dopo la morte di Marcantonio (24 gennaio 1659), gli successe nei possedimenti marsicani Lorenzo Onofrio Colonna che, alla metà degli anni ottanta del XVII secolo, incappò nella celebre guerra di successione...
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
È vero: Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum non sono località dell’Abruzzo. Però va anche detto che fino al 1963 l’Abruzzo e il Molise erano una sola Regione, ed ecco spiegato il mio...
pieralice
Giacinto De Vecchi Pieralice, un erudito tra il carseolano e Roma
Giacinto De Vecchi Pieralice (1842-1906) fu un intellettuale con vasti interessi culturali nel campo umanistico e storico. Nacque a Castel Madama (RM) il 16 dicembre 1842 da Michele Pieralice ed Eufrasia...
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Civita d’Antino – Il titolo originale dell’opera di Kristian Zahrtmann di cui parliamo è “Udenfor Seminariemuren i Civita d’Antino” che, tradotto in italiano, diventa...
Come vestivano i banditi Scarpaleggia e Simboli
Il banditismo nella Marsica nei secoli XVI-XVIII: complicità, aberrazioni e compromessi
Lo storico Julian Paz y Espeso, nella sezione manoscritti della Biblioteca Nazionale di Spagna (Archivio Simancas) ha sostenuto che nella prima metà del Seicento, prevalse nel viceregno napoletano il giudizio...
La necropoli di Val Fondillo
La necropoli di Val Fondillo
Opi – La presenza dell’uomo nel nostro territorio è documentata sin dal Paleolitico, tra 300.000 e 120.000 anni fa, quando quest’area era occupata da gruppi di cacciatori in cerca di cibo, quindi...
Inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona il 18 Luglio 1888: per la prima volta il treno attraversò la Marsica
Inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona il 18 Luglio 1888: per la prima volta il treno attraversò la Marsica
Marsica – L’inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona nel 1888 fu un evento di grande importanza per l’Italia perché segno un passo fondamentale nello sviluppo delle infrastrutture di trasporto del...
Cerca
Close this search box.
Home » Attualità » Mario Iacomini e Giuseppe Verrecchia da Scurcola Marsicana, a Parrano (TR) con progetti sui Grani Antichi d’Abruzzo e delle diverse Regioni, Padre Sapore Il Pane della Ricostruzione e PaneItalia

Mario Iacomini e Giuseppe Verrecchia da Scurcola Marsicana, a Parrano (TR) con progetti sui Grani Antichi d’Abruzzo e delle diverse Regioni, Padre Sapore Il Pane della Ricostruzione e PaneItalia

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelo Pietrangeli
Angelo Pietrangeli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Pietro Mazzulli
Pietro Mazzulli
Vedi necrologio
Giuseppe Verrecchia e Mario Iacomini

Scurcola Marsicana – Dalle ore 10.00 di domenica 8 luglio, e per l’intera giornata, Parrano Biodiversa, il Processo messo in moto lo scorso anno dall’amministrazione comunale della cittadina umbra per muovere il territorio verso una visione propria del progresso, si è aperto al progetto “Il Gusto del Tempo Viaggio alla Ricerca del Mondo dei Nostri Padri” [ed. 2018], promosso dal Ristorante [laboratorio] di Custodia Osteria Futuro (Scurcola Marsicana, AQ), in collaborazione con l’ass. cult. Tempi Moderni. E ha programmato, all’interno del contenitore culturale Parrano Medioevale [ed. n 2], una domenica dedicata al recupero delle Memorie del Gusto (ricette, prodotti, momenti di consumo…e le emozioni da questi determinati), all’incontro tra territori, culture, generazioni…allo sviluppo, attraverso due distinte ma correlate iniziative: da “Pani di Memorie Pani Custodi”, “[PadreSapore] Il Pane della Ricostruzione” (un pane risultato dell’Incontro tra i Grani Antichi delle 4 Regioni colpite dal Sisma presentato in questo primo momento in Forma di Studio, cioè con i soli Grani Gentil Rosso e Solina [Umbria e Abruzzo]; “Il Pranzo della Domenica”… cucinato dai saperi custoditi dalle/nelle mani delle splendide Principesse Antenate delle cittadina umbra.

<< Con il progetto ‘Il Gusto del Tempo…’ – spiega Valentino Filippetti, Sindaco di Parrano –, l’intenzione dell’amministrazione è quella di dare ulteriori spazi ai risultati della ventennale ricerca del CuocoCustode Mario Iacomini, relativi ad una nuova visione dello sviluppo, cioè a quelle stesse determinazioni teoriche che sono alla base del Processo ‘Parrano Biodiversa’, sul quale dallo scorso anno molto stiamo investendo >>.

Il progetto “…è parte integrante del piano di riorganizzazione dei sistemi territoriali, avente alla base il concetto di Biodiversità, assunto nelle sue diverse accezioni, e definito sui principi di sostenibilità ambientale e sociale, dal titolo ‘Tradizioni e Culture in Movimento / Le Nuove Forme del Gusto / Le Evoluzioni del Tipico’, che, elaborato dallo stesso CuocoCustode tra il 1997 e il 2001/’03, ha trovato poi diversi ambiti [territoriali] di sperimentazione, ad iniziare dal comune di Scurcola Marsicana, nel decennio 2006/2015, e per alcune misure anche con il sostegno del MATTM e del MIUR.

<<‘Il Gusto del Tempo…’ [ed. 2018] – dalle parole di Mario Iacomini – rappresenta la naturale evoluzione di quanto, tra il 1997 e 2003, abbiamo ideato, elaborato e ricercato, a supporto del recupero degli antichi cereali abruzzesi – la Solina, etc. -, e delle produzioni Biodiverse in genere, all’interno dei processi alimentari e culturali della contemporaneità. Rappresenta, quindi, l’attenzione che come esperienza abbiamo sempre nutrito nei confronti del Pane in generale, per il carico di valori culturali e simbolici che esprime, e, in particolare, di quei pani ‘antichi’ che le nostre mamme e le nostre nonne cucinavano, e poi custodivano, avvolti in panni di cotone tessuto largo e inumidito, in madie di castagno dispensanti per giorni e giorni odori di buono. Esprime compiutamente allora le coordinate culturali e metodologico-operative che abbiamo posto alla base della ricerca, e che ci impongono, nel momento in cui ci rapportiamo alle memorie…del pane e del gusto in generale, di rispettare chi di tali memorie è custode: le fasce anziane della popolazione, vero serbatoio di ricchezza, cioè di quella ‘sapienzialità infinita e complessa, anche palatale, maturata in secoli di esperienze e di passaggi testamentari tra le generazioni’, che sola può trasmetterci quei saperi in grado di guidare il nostro percorso. Per questo motivo insieme a Giuseppe Verrecchia, e Vincenzo Nuccetelli, le altre personalità della struttura-progetto di Osteria, per l’iniziativa ‘[Padre Sapore]…’, abbiamo deciso non già di presentare un pane prodotto nel nostro laboratorio ma di dare il là ad un vero e proprio viaggio di conoscenza e dialogo con le comunità e i territori individuati delle 4 Regioni. Quel dialogo che, momentaneamente, ha visto relazionarsi solo alcuni territori dell’Umbria e dell’Abruzzo, e che lascerà ampio spazio all’opera – anche alla cucina – delle ‘Principesse Antenate’ di Parrano. Quel dialogo che cercheremo di ricercare anche oltre l’Abruzzo, il Lazio, l’Umbria e le Marche. L’auspicio che noi di Osteria condividiamo con il Sindaco Valentino Filippetti, con l’amministrazione tutta, è quello riuscire a panificare un pane con i 21 grani [Antichi] ‘simbolo’ delle diverse regioni d’Italia: ‘Pane Italia’, questo il titolo del progetto di un pane nazionale. Un progetto vecchio di una ventina di anni…speriamo!

Il Gusto del Tempo…’ [ed. 2018] corrisponde, infine, anche negli obiettivi a quanto ragionato in questi anni: la costruzione di [nuove] relazioni di memoria tra le generazioni per la trasmissione dei saperi, la costruzione di zone di relazione e scambio tra le persone, i territori, comunità, culture…e soprattutto la centralità del concetto di Biodiversità, riflettuto nelle sue diverse accezioni, nelle dinamiche politiche e culturali finalmente ‘Processate’. Obiettivi questi da sempre nella nostra esperienza considerati primari per la riorganizzazione sistemica dei territori >>.

Nell’attesa degli sviluppi forieri di futuri, il presente ‘è stato gustato’ con le iniziative di questo fine settimana. Alle 10.00 di domenica 8 luglio al Forno Custode, presso il forno medioevale Parrano, “…Il Pane della Ricostruzione”, una volta sfornato, è stato oggetto, così come da programma, di una deGustazione Fuori Pasto

Alle ore 13.00, “Il Gusto del Tempo…”, si sposta nel Giardino di Palazzo de Sanctis per “Il Pranzo della Domenica”. Nell’eventoad invitila signora Fiorella Cassani, insieme alle altre Principesse Antenate di Parrano, a partire dai Grani Antichi Gentil Rosso e Solina – dal Pane…, dalla pasta – e dalle altre produzioni di territorio, …hanno cucinato il Tempo Cantando così le Memorie di quei Pranzi con i quali Intesero Crescere la nostra Idea della Domenica…e di Futuri. A guidare la Principesca Brigata (a farsi guidare dalla…), Mario Iacomini e Giuseppe Verrecchia, rispettivamente Chef e Responsabile dei Processi di Panificazione di Osteria Futuro, i quali, nell’offrire assaporamenti relativi all’idea alla base del progetto “Il Gusto del Tempo…” [ed. 2018], hanno interferito il menù con alcune proposte gastroculturali. A lubrificare i pensieri, i vini del territorio. Per il menù…

“Il Pranzo della Domenica”, infine, ha visto la presenza di due agronomi, il Dott. Marco Fattoretti e il Dott. Andrea Pisanelli, che hanno introdotto le qualità dei due Grani.

Buoni appetiti a tutti!

PROMO BOX

rose terremarsicane
WhatsApp Image 2024-05-19 at 19.18
Nello Simonelli
foto treno_5
“Luce D’Abruzzo” foto in concorso per sostenere la ricerca in oncologia pediatrica
Chiara Tarquini in Concerto a Varna
L'avvocato Cinzia Basilico
Anche ad Avezzano si raccolgono firme per riconoscere la Palestina come Stato
FB_IMG_1716111567911
300 piante di gerani hanno abbellito Villa San Sebastiano grazie all'iniziativa dell'associazione Gli Amici
Una tabella per designare la foresta di alberi da frutto nata in ricordo dell'orsa Amarena
Avezzano celebra l'Avezzano Rugby, la squadra entra nella Serie A1!
442413597_10221432505595292_7271287117121260449_n
Istituto turistico Argoli
WhatsApp Image 2024-05-17 at 16.59
Maurizio Murzilli
Un ricordo di Franco Di Mare, stimatissimo inviato di guerra e amato "giornalista gentile"
Anche Scurcola Marsicana ha la sua Panchina Gigante
Il gatto Baloo è finalmente tornato a casa, i proprietari: "Grazie per tutto quello che avete fatto"
post_concorsi_oss-02-1024x576
ospiti convegno bullismo
foto dal web
controlli_etilometro_polizia_locale00
Studenti del 'Galileo Galilei' incontrano Ercole Wild

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelo Pietrangeli
Angelo Pietrangeli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Pietro Mazzulli
Pietro Mazzulli
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina