Maltrattamenti ai disabili, coinvolto un sacerdote marsicano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Maltrattamenti su disabili in Basilicata: tra le persone coinvolte c’è padre Angelo Cipollone, dei Padri Trinitari, direttore e legale rappresentante dell’Istituto medico psico-socio pedagogico “Ada Ceschin Pilone”. A riportarlo l’edizione odierna del quotidiano Il Messaggero. L’uomo è  nato a Cese nel 1944 e torna spesso a trovare un fratello e i nipoti che vivono nella frazione di Avezzano.

I carabinieri hanno posto agli arresti domiciliari otto persone, hanno notificato cinque divieti di dimora e hanno sospeso dalla professione un neuropsichiatra e un medico. Uno dei divieti di dimora è stato notificato a padre Angelo Cipollone. Le indagini sono cominciate dopo la denuncia della madre di un paziente.

Le otto persone raggiunta da provvedimento cautelare sono Giovanni Adorno, Bartolomeo Genosa, Salvatore Marilli, Michele Mollica (assistenti ai disabili) e Vincenzo Briscese, Filippo D’Argenzio, Sergio Di Tria e Rocco Divietri (educatori). Il divieto di dimora nel comune di Venosa è stato disposto nei confronti di Gerardo Antonio Pepe (coordinatore degli educatori e degli assistenti disabili) e degli educatori Sebastiano Paradiso, Michele Pugliese e Donato Santoliquido.

Per padre Angelo Cipollone il divieto di dimora invece riguarda Venosa e Bernalda (Matera), l’altro comune lucano.




Lascia un commento