L’Italia Turrita e i suoi eroi. Centenario della posa del monumento di Collarmele ai caduti della Grande Guerra



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Collarmele – Questa sera alle ore 20:00, a seguito della funzione, la comunità si ritroverà in Piazza 1 maggio per un breve convegno relativo alla celebrazione del centenario della posa del monumento ai caduti.

La ricorrenza è stata arricchita dalla redazione di un libretto a più contributi (scritti da Eleonora Di Cristofano, Filiberto Ciaglia e don Francesco Tudini) che, in qualche modo, intendono riconfigurare e approfondire coscienza e conoscenza di uno dei luoghi più iconici del paese.

La figura di Padre Francesco da Collarmele e la posa del monumento, un primo approfondimento “sul destino degli eroi” collarmelesi della Grande Guerra e l’analisi stilistica e iconografica dell’Italia Turrita saranno alcuni – non gli unici – tra i punti focali del breve dialogo, cui prenderanno parte oltre agli autori del breve libretto anche don Ennio Grossi e Antonio Socciarelli con altri interventi afferenti la celebrazione.