L’Europa premia due scuole marsicane



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello – Grande soddisfazione per il risultato ottenuto dai due Istituti della Marsica quando sono state pubblicate le graduatorie dei finanziamenti Erasmus Plus da parte dell’agenzia italiana Indire, che gestisce ed eroga i fondi del settore Scuola.

Le docenti progettiste, Dott.ssa Irene Bracone e Prof.ssa Sonia Cherubini, affiancate dai rispettivi Dirigenti, Prof.ssa Anna Maria Fracassi e Prof. Corrado Dell’Olio, attraverso una sinergica collaborazione e un efficace lavoro di squadra, hanno elaborato due progetti che prevedono delle mobilità all’estero, per i propri docenti, per una formazione internazionale. Nei progetti inserite agenzie formative del Regno Unito, della Germania, di Malta, della Svezia e della Spagna.

Le due proposte progettuali, TE@M- TE@chers in Mobility- per il Sabin e G.O.A.L. – Growing opportunities approaching labour market – per il Galilei, nascono da un’analisi dei bisogni formativi legati al contesto istituzionale e territoriale. In entrambi i casi lo scopo della formazione sarà quello di implementare abilità e competenze che già possedute e acquisire una nuova know how negli ambiti linguistico, digitale, tecnologico, organizzativo, relazionale e didattico. Le competenze acquisite consentiranno ai partecipanti di supportare sia lo sviluppo professionale dell’intera comunità scolastica sia di incidere sul processo di insegnamento/apprendimento attraverso la diffusione e il successivo ripensamento dell’esperienza maturata.

La candidatura ai fondi europei per la formazione dei docenti del piccolo territorio della Marsica è indice di una consapevole necessità da parte dei due Istituti di una formazione internazionale ad alto livello per garantire ai propri studenti e alle loro famiglie un’offerta formativa che sia al passo con il mercato del lavoro sempre più competitivo. Ed è anche per questo che nel prossimo futuro verranno ospitati docenti provenienti dagli altri paesi europei dando vita, grazie al programma Erasmus Plus, ad uno scambio di buone pratiche relative all’alternanza scuola-lavoro, alla certificazione delle competenze chiave trasversali e alla didattica innovativa in generale.

Il successo dei due progetti diventa ancor più significativo se si pensa, in termini di numeri, che le candidature, sul territorio italiano, si sono aggirate sugli 800 progetti presentati e che ne sono stati finanziati solo circa 90, di cui 4 nella Regione Abruzzo. Gli unici due progetti finanziati ad Istituti Scolastici Statali sono stati quelli dell’Istituto Comprensivo “A. B. Sabin” e dell’Ist. Tecnico “G. Galilei”, ammessi al finanziamento con una brillante valutazione piazzandosi nei primissimi posti della graduatoria dei progetti finanziati.




Lascia un commento