Lettera aperta alla cittadinanza della Croce Verde di Civitella Roveto



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Civitella Roveto – La Croce Verde di Civitella Roveto, a più di un anno dall’inizio dell’emergenza per il virus Covid-19, ha pubblicato una lettera aperta alla cittadinanza per riflettere sulla situazione attuale dal punto di vista dell’Associazione.

Diversi gli argomenti trattati nella lettera, dalla nascita della Pubblica Assistenza Croce Verde alla attuale pandemia. La missiva si conclude poi con l’annuncio di una novità importante per l’Associazione, il cambio della sua denominazione. La Croce Verde Civitella Roveto si chiamerà “Pubblica Assistenza Croce Verde Valle Roveto”.

Di seguito si riporta il testo integrale della lettera.

Carissimi,
ad un anno dall’inizio di questa inattesa quanto improbabile pandemia, sentiamo il bisogno di soffermarci a riflettere sulla situazione attuale, raccontandola dal nostro punto di vista.

La Pubblica Assistenza Croce Verde nasce dalla volontà della gente di rispondere all’esigenze della propria comunità: possiamo certamente affermare che negli anni abbiamo cercato di interpretare al meglio quello di cui la nostra società aveva bisogno, diventando un importante punto di riferimento.

Oggi è maturata in noi la convinzione che dietro una grande Associazione c’è sempre una grande comunità, che crede in determinati valori e riconosce nell’aiuto verso il proprio concittadino l’essenza di una società più giusta e solidale.

In questi 12 mesi non ci siamo tirati indietro: le esigenze e le problematiche sono variate giorno dopo giorno e abbiamo fatto del nostro meglio per soddisfare le richieste di tutti.

Se un anno fa a spaventare era soltanto il virus, oggi ad esso si aggiungono l’insicurezza e l’incertezza per il futuro, oltre all’incessante aumento dei bisogni della collettività.

Questa incertezza ci investe in pieno, ma allo stesso tempo  accende in noi la voglia di reagire a tale condizione. Proprio per risollevarci da questo stallo e rilanciare concretamente la nostra azione, ci siamo dati 4 obiettivi che desideriamo condividere con  voi:

  1. Continuità del servizio di emergenza sanitaria e diritto di tutti alla salute
  2. Nuovi Volontari per rispondere ai nuovi bisogni
  3. Tesseramento, 5×1000 e sostegno per contribuire alla nostra causa
  4. Una nuova denominazione per legarci al meglio con il nostro territorio

Continuità del servizio di emergenza sanitaria e diritto di tutti alla salute

Dal mese di novembre 2020, a causa dell’alto livello di stress a cui eravamo esposti, abbiamo dovuto sospendere il servizio di emergenza nelle ore notturne. Oggi, grazie anche alla campagna vaccinale rivolta ai nostri Volontari, ci stiamo riorganizzando per tornare presto ad assicurare questa attività essenziale H/24 sul nostro territorio.

Siamo sempre più convinti che sia indispensabile offrire un servizio qualificato di emergenza-urgenza a tutti i cittadini, che tenga conto dell’importante patrimonio culturale di volontariato che abbiamo generato nell’arco degli ultimi 33 anni.

Per questo motivo crediamo che l’obiettivo comune, in sintonia con tutti i sindaci della Valle Roveto, debba essere quello di lavorare unitamente affinché la ASL e la Regione Abruzzo riconoscano l’alto livello di criticità a cui il nostro territorio è esposto, concedendo la presenza stabile di un dottore ed un infermiere nella nostra ambulanza.

Per ottenere questo risultato c’è bisogno della mobilitazione generale di tutta la comunità e con questa lettera vi chiediamo caldamente di sostenere le iniziative che seguiranno nei prossimi mesi perché riteniamo che LA SALUTE SIA UN DIRITTO DI TUTTI.

Nuovi Volontari per rispondere ai nuovi bisogni

I Volontari sono l’elemento fondamentale per la realizzazione dei numerosi servizi sanitari, sociali e di protezione civile che la nostra Associazione offre, ma per poter continuare a fare tutto, abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti.

Negli anni abbiamo voluto mantenere fede alla nostra natura di Associazione di “volontariato puro” gestendo ogni attività esclusivamente grazie all’opera e all’impegno gratuiti. Durante l’emergenza è stato inoltre fondamentale garantire che tutti i Volontari potessero svolgere le loro funzioni in sicurezza, senza correre il rischio di infettarsi e di infettare le persone a loro care. Per questo motivo nell’ultimo anno non abbiamo consentito l’ingresso di nuovi Volontari e il 6 marzo 2020 abbiamo interrotto il tradizionale corso di preparazione e avvicinamento all’Associazione. ADESSO SIAMO PRONTI A RIPARTIRE con un nuovo percorso formativo per il quale ci auguriamo la partecipazione di tutti!

Tesseramento, 5×1000 e sostegno per contribuire alla nostra causa

Guardandoci alle spalle sono pochi gli anni in cui alle nostre pareti non è stato appeso il  calendario della Croce Verde: l’originale strumento ideato dai padri fondatori che da sempre ci identifica e ci permette di entrare nelle case di ognuno di voi. Nel 2021 non abbiamo potuto realizzarlo, e a risentirne inevitabilmente sono state anche le entrate a disposizione dell’Associazione. La gestione dell’emergenza sanitaria è stata totalizzante anche rispetto alla destinazione delle risorse, considerando le importanti spese affrontate per l’acquisto di dispostivi di protezione individuale, la sanificazione dei mezzi e l’assunzione di personale professionale a supporto dell’opera dei Volontari.

Purtroppo le previsioni per il 2021 confermano lo stesso andamento.

Per questo motivo ci piacerebbe sentire la vostra vicinanza attraverso due semplici azioni concrete: il tesseramento e la destinazione alla Croce Verde del 5×1000.

Il tesseramento, anche in qualità di semplice socio, rappresenta uno dei momenti più importanti della vita dell’Associazione, contribuisce a rafforzare la presenza della Pubblica Assistenza sul territorio, dandole credibilità e la possibilità di agire incisivamente nei confronti della società civile e delle istituzioni, rafforzando quell’idea di cittadinanza attiva di cui siamo da sempre divulgatori.

Una nuova denominazione per legarci al meglio con il nostro territorio

Il 26 marzo 2021 l’assemblea straordinaria ha deliberato il cambio di denominazione dell’Associazione: dopo 33 anni dalla nostra nascita è giunto il momento di parlare a nome e per conto di un territorio che va ben oltre i confini geografici del comune che da sempre ci ospita e che continuerà ad ospitare la nostra sede. Il nostro nuovo nome sarà PUBBLICA ASSISTENZA CROCE VERDE VALLE ROVETO in ragione del carattere aggregatore e della radicata presenza sul territorio che la nostra Associazione ha da sempre dimostrato. La decisione di cambiare denominazione, altro non fa che sancire con un atto formale ciò che da anni ormai la Croce Verde rappresenta: l’Associazione di ognuno, di tutti gli abitanti della nostra bella Valle Roveto”.