L’Emissario del Fucino, una convenzione tra Consorzio di Bonifica e CNR per lo studio sul miglioramento della gestione delle acque



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – L’Emissario del Fucino sarà presto alla attenzione di nuove indagini che contribuiranno allo studio delle strutture ipogee dell’opera idraulica e al miglioramento della gestione delle acque irrigue.

Queste due linee guida sono alla base dell’accordo intrapreso dall’ex presidente Francesco Sciarretta, fortemente voluto e raggiunto grazie al lavoro pluriennalre del Prof. Ezio Burri , dal Dott. Angelo Ferrari del CNR e dal vice presidente Dario Bonaldi tra il Consorzio di Bonifica Ovest / Bacino Liri Garigliano e il CNR, in particolare l’Istituto di Metodologie Chimiche (IMC) e L’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria (IGAG), entrambi con una pluriennale esperienza nel settore delle nuove metodologie applicate allo studio, alla conservazione e alla valorizzazione dei beni culturali e ambientali.

Nel corso dell’evento , che si terrà lunedì 26 novembre presso la sede del Consorzio di Bonifica ad Avezzano, in Piazza Torlonia, 91 (sala del Principe), alle ore 11:00, la Convenzione sarà firmata dal Presidente del Consorzio di Bonifica Gino di Berardino, dal Direttore dell’IMC-CNR Giovanna Mancini e dal Direttore dell’IGAG-CNR Paolo Messina.




Lascia un commento