“Le Metamorfosi” concerto narrante ad alta quota



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Pescasseroli GoreTex, leader nella realizzazione di tecnologie per capi outdoor e lifestyle, è il partner indispensabile dei più prestigiosi brand di outerwear ed evoca immediatamente nella nostra immaginazione grandi spazi ed una natura selvaggia ed incontaminata. È quindi con grande spontaneità che GORE-TEX si è avvicinato al Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, il più antico d’Italia e uno dei più antichi d’Europa.

Nell’ambito di questo interessante connubio e in linea con la sua visione orientata al futuro e alla sostenibilità, GORE-TEX sponsorizza (promuove) Le Metamorfosi di Pasquale Filastò, un concerto narrante creato con l’intento di offrire al pubblico un’esperienza unica legata alla musica in un contesto inedito e suggestivo.

Le Metamorfosi è un omaggio ad Astor Piazzola (1921-1992) di cui si celebra quest’anno il centenario della nascita e prende spunto da Las Cuatro Estaciones Porteñas, la rilettura dell’opera vivaldiana in chiave di tango sinfonico che il grande maestro argentino compose alla fine degli anni 60. Ispirato da quest’opera, Filastò ha scritto proprio per l’occasione un brano celebrativo della Natura e dei suoi mutamenti affidandolo alla voce narrante di Daniela Piazza. Il testo accompagnerà i quattro brani eseguiti dal Logos Trio, fondato da Pasquale Filastò (violoncello) con Plamena Kromova (violino) e Francesco Lecce (pianoforte).

Lo spettacolo con ingresso libero è previsto sabato 31 luglio alle 18.00 sui Colli Bassi nel comune di Pescasseroli (AQ).

Oltre a questo originale concerto in alta quota, GORE-TEX sostiene per il prima volta quest’anno ARTEPARCO,  il progetto che trasforma il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise in una meravigliosa galleria d’arte moderna a cielo aperto e che inaugura sempre il 31 luglio.

GORE-TEX Le tecnologie di prodotto GORE-TEX, simbolo di impermeabilità e traspirabilità, sono integrate in giacche, calzature, guanti e accessori. Gorelavora insieme ai migliori marchi del mondo dell’abbigliamento outdoor, sportivo e lifestyle per creare prodotti ad alte prestazioni che offrono comfort eprotezione. L’azienda si impegna anche a garantire un impatto economico e sociale positivo, risultando allo stesso tempo rispettosa dell’ambiente. Questa attenzione per la sostenibilità è perfettamente in linea con la promessa aziendale Together, improving life, con i valori storici, la cultura e l’impegno nei confronti di Associati, clienti e comunità. A tal fine, l’azienda ha preso l’impegno di ridurre i valori assoluti di emissioni di diossido di carbonio dagli stabilimenti del 60%, entro e non oltre il 2030, con l’obiettivo di raggiungere emissioni zero entro il 2050. Gore (o W. L. Gore & Associates) impiega oltre 11.000 dipendenti (denominati Associati) nei suoi uffici presenti in 25 paesi e nei suoi impianti di fabbricazione in USA, Germania, Regno Unito, Cina e Giappone. Grazie anche ad una cultura fortemente orientata al lavoro di squadra, Gore genera redditi annui per 3,8 miliardi di dollari.

Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, costituito su iniziativa privata nel 1922 e istituito per decreto regio nel 1923, è il più antico d’Italia e uno dei più antichi d’Europa, uno dei migliori esempi mondiali di conservazione di flora e fauna. Montagne e valli selvagge, foreste, praterie, fiumi, torrenti, laghi e un clima relativamente temperato durante tutto l’anno fanno del PNALM un ambiente ideale per numerose specie vegetali e animali; tra queste ultime ce ne sono alcune, rare e misteriose, come l’orso bruno marsicano e il camoscio appenninico, che talvolta, seppur da lontano e solamente per pochi preziosi secondi, è possibile osservare. In ogni caso, visitare il Parco e sentire il fascino della presenza di questi animali, o scoprire i segni del loro recente passaggio, anche senza incontrarli direttamente, è sempre un’esperienza meravigliosa che fa provare emozioni inconsuete. Nel 2017 le Foreste Vetuste che lo popolano sono diventate Patrimonio dell’Unesco.