martedì, 18 Giugno 2024
Home Attualità Lavoro agricolo di qualità e lotta al caporalato: istituzione della Sezione Territoriale della rete nella provincia dell’Aquila

Lavoro agricolo di qualità e lotta al caporalato: istituzione della Sezione Territoriale della rete nella provincia dell’Aquila

Di Maria Tortora
2 minuti lettura
A+A-
Reset
Lavoro agricolo di qualità e lotta al caporalato: istituzione della Sezione Territoriale della rete nella provincia dell'Aquila

L’Aquila – E’ stato ufficialmente sottoscritto questa mattina in Prefettura, con la firma del Prefetto dell’Aquila Giancarlo Di Vincenzo, il “Protocollo per la costituzione della Sezione Territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità presso la provincia dell’Aquila“.

Il documento è stato altresì siglato dal Direttore Regionale dell’I.N.P.S. Abruzzo, Luciano Busacca; dal vice Presidente della Giunta Regionale e Assessore all’Agricoltura, Emanuele Imprudente; dall’Assessore al Lavoro della Regione Abruzzo, Tiziana Magnacca; dal Direttore dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro dell’Aquila, dai Presidenti provinciali di Confagricoltura, Coldiretti e Confederazione Italiana Agricoltori e dai Segretari provinciali della Cgil, Cisl e Uil.

L’iniziativa, promossa dalla Prefettura e dalla Direzione Provinciale dell’I.N.P.S. e portata avanti con il condiviso impegno di istituzioni, enti locali, organizzazioni d’impresa e sindacali, anche attraverso specifiche riunioni del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione e del Tavolo permanente per il monitoraggio del fenomeno del caporalato, è mirata a prevenire fenomeni di lavoro illegale in agricoltura, preservando gli elevati livelli di legalità che caratterizzano il settore nella provincia aquilana.

Con l’attuazione del Protocollo si promuove il sostegno all’eccellenza agricola della provincia mediante la realizzazione di progetti che agevolino l’intermediazione, l’organizzazione e la gestione dei di flussi di manodopera stagionale, la formazione dei lavoratori, i servizi di trasporto collegati con il lavoro agricolo e gli interventi volti alla coesione sociale, in particolare di assistenza ai lavoratori immigrati.

Gli Enti firmatari del Protocollo, per la realizzazione degli obiettivi citati e di quanto altresì disposto dal documento, opereranno insieme nell’ambito della Sezione Territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità, organismo previsto dal D.L. n. 91 del 2014.

La Prefettura coordinerà le attività di attuazione del Protocollo, impegnandosi a riunire, con cadenza periodica, la Sezione Territoriale per favorire la valutazione di nuove iniziative ed il costante monitoraggio di quelle avviate e promuoverà, altresì, la sottoscrizione di analoghi protocolli anche nelle restanti province dell’Abruzzo, mediante l’avvio di interlocuzioni in tal senso con le Prefetture del territorio abruzzese.

Fonte: Prefettura dell'Aquila

Invito alla lettura