L’Avezzano batte la Vastese nel derby grazie al gol di Padovani



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Una grande squadra, per essere tale, deve anche imparare a soffrire. Nel cantiere ancora aperto, diretto da Federico Giampaolo, questo concetto sembra arrivato forte e chiaro. Nuovo modulo, nuovi innesti, e tanto lavoro davanti, per i biancoverdi, che hanno iniziato col piede giusto la nuova “era D’Alessandro” (6 punti in tre gare). Secondo l’allenatore già da dopo le feste natalizie si vedrà un’altra Avezzano che ai tifosi, comunque, piace già così.

Vittoria sofferta nel derby casalingo contro la Vastese che in alcuni momenti sembrava tenere il pallino del gioco. C’è da dire, comunque, che Fanti, il portiere avezzanese, non è stato impensierito chissà quanto, se non in due o tre occasioni.

L’esperienza di Ferrante in difesa ha dato solidità alla squadra che non ha avuto le solite disattenzioni ed è rimasta concentrata per tutti i 90 minuti. L’estro di Manari ha creato qualche palla gol e fornito l’assist per la rete decisiva di Padovani, sintomo di una campagna acquisti azzeccata dal d.s. Traini.

Tre punti più che fondamentali per morale e classifica, ora il club di via Ferrara è al 16° posto con 17 punti all’attivo dopo 18 giornate.

Immagine più bella del pomeriggio al dei Marsi, la corsa di D’Alessandro in campo ad esultare per il gol.

LA PARTITA

4-3-3 speculari per le due formazioni.

Primo tempo molto equilibrato con occasioni in tutte e due le metà campo.
Le prime conclusioni del match sono tutte per i biancorossi che però calciano debolmente, prima al 2′ con Leonetti e poi con Shiba al 15′.
L’Avezzano esce al minuto 33′ quando D’Eramo colpisce col destro ma il tiro è troppo centrale, facile preda di Patania.
Dopo tre minuti, al 36′, Manari fa partire un cross al bacio da sinistra che viene raccolto in spaccata da Padovani, palla in rete ed esplosione del pubblico al dei Marsi. 1 a 0.
Dopo due minuti potrebbe pareggiare la Vastese, ma Shiba non sfrutta un bel lancio in profondità dalle retrovie e calcia fuori.
Al 41′ punizione calciata direttamente in porta, prontissimo il numero 1 biancoverde.

Nella ripresa entrano con grande voglia gli ospiti, a caccia del pari senza successo.
Al 53′ però, è ancora la formazione in casa a rendersi pericolosa con D’Eramo con un destro potente ma poco preciso.
Un minuto dopo l’Avezzano sfiora il raddoppio al termine di una bella azione: Di Renzo allarga sulla sinistra per Di Nicola che cerca, con un traversone rasoterra sul primo palo, Manari, il numero 11 da due passi non riesce a mettere la sfera in rete.
Minuto 67′ D’Eramo salta due avversari, entra in area, sterza sul destro, ma il suo tiro a giro viene respinto dal portiere.
Dopo dieci minuti arriva l’occasione più ghiotta per la Vastese, Shiba innescato da un filtrante si ritrova uno contro uno con Fanti che è bravissimo a parare di piede il piattone dell’attaccante.
Da questo momento in poi la Vastese gestisce un possesso palla sterile provando a entrare nei sedici metri avversari, senza troppo successo, e la partita termina dopo quattro minuti di recupero.

IL POST PARTITA

Il primo ad arrivare in sala stampa è Fabio Montani, il tecnico della Vastese, deluso per la sconfitta: <<Non meritavamo di uscire da questo stadio a mani vuote, siamo stati bene in partita ed era più giusto un pareggio.>>

Sorridente, invece, Giampaolo che ha parlato così del match: <<Partita di grande sofferenza e grande cuore. I ragazzi in queste ultime partite sono stati fantastici e sono andati oltre i prorpi limiti. Padovani è stato fondamentale in fase realizzativa. Dopo Natale avremmo una squadra “divertente” perché abbiamo le basi per affrontare il campionato nel modo giusto. Kras oggi è stato bravissimo, è un grande professionista, oggi gli do 10.”>> 
Sul neo acquisto Ferrante: <<Ha alle spalle 300 presenze in Serie D ed in difesa è fondamentale. Abbiamo dei giovani promettenti come Di Gianfelice e Puglielli ma dietro serve anche esperienza e Ferrante l’ha dimostrata, anche solo con due allenamenti col nuovo gruppo.>>

Poche parole anche dal presidente D’Alessandro: <<Abbiamo dimostrato di avere un grande gruppo di qualità, contro una buona squadra e su un terreno di gioco pesante. A Pineto ovviamente per vincere!>>