L’Associazione “Osvaldo Costanzi” invita i giovani a studiare il dialetto celanese



Celano – “Ritorno al passato”, non è il titolo di un film di fantascienza, in bianco e nero, degli Anni Sessanta. E’ la denominazione di una iniziativa messa  in atto dall’associazione culturale “Osvaldo Costanzi” ,in favore delle giovani generazioni di Celano.

Raccogliendo l’invito delle insegnanti Vittoriana Ivone ed Eliana Morgante, alcuni soci dell’associazione, con a capo il presidente Ilio Nino Morgante, si sono dati appuntamento nella sede staccata dell’Ite (Istituto TecnicoEconomico)  di Celano e hanno incontrato gli studenti per parlare, appunto, del “Vocabolario del Dialetto Celanese”, iniziativa portata a compimento dai coniugi Pina Mascitti e Nino Bombacino, dopo anni di lavoro impegnativo e di ricerca certosina,e realizzata, anche, con la collaborazione di alcuni soci della “Costanzi”, in particolare dal critico e saggista Sergio Iacoboni. Scopo principale dell’incontro, la riscoperta delle origini, della storia, delle tradizioni e delle usanze popolari di Celano, attraverso il dialetto.

Sull’argomento, hanno intrattenuto gli studenti i professori Nazzareno Mascitti e Nazzareno Fidanza. Una copia del volume è stata consegnata a tutti gli studenti e a gli insegnanti della scuola. “Con l’intento di tenere viva la conoscenza del dialetto celanese – ha affermato il presidente Ilio Nino Morgante – ,che forse non si usa più in famiglia, come una volta facevano i nostri padri e i nostri nonni, ma certamente è una risorsa che non va dispersa e nemmeno abbandonata, perchè fa parte della nostre origini, della nostra storia e della nostra cultura popolare.
Un patrimonio prezioso e indiscutibile della nostra celanesità”.



Leggi anche