L’appello del sindaco di Collelongo: la nostra scuola è sicura e abbiamo 6 aule da riempire



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Collelongo. Ha speso 350 mila euro, arrivati dall’ufficio scolastico della ricostruzione, per il miglioramento sismico della scuola. Altri 35mila li ha tirati fuori dalle casse comunali. 95mila euro, invece, li ha spesi per la bonifica dell’amianto.

Sono questi numeri messi in campo dall’amministrazione comunale di Collelongo che questa mattina ha inaugurato la scuola dell’infanzia e la primaria, con la presenza della senatrice del Pd Stefania Pezzopane e del vice presidente della provincia, Nicola Pisegna Orlando.

A fare gli onori di casa è intervenuta il sindaco Rosanna Salucci che ha presentato anche gli ospiti: il parroco della comunità di Collelongo, don Carmine Di Bernardo, Guido Venditti, presidente del consiglio comunale di Trasacco e Edoardo Compagnoni, direttore dei lavori all’istituto, nonché neo eletto presidente dell’ordine degli architetti dell’Aquila.

I bambini che la scuola attualmente ospita sono 30 nelle elementari e 25 nella materna.

Mille metri quadrati, un intero piano, quello superiore dello stabile, con sei aule, rimane vuoto, come confermato dal consigliere comunale Rocco Venettacci.

“Volevo lanciare un appello agli altri Comuni”, il commento del primo cittadino Salucci, “noi abbiamo spazio e le aule sono sicure, si faccia avanti chiunque ne abbia bisogno”.

A complimentarsi con “l’energica” sindaca è stata la Pezzopane che ha parlato di una “donna appassionata e competente”. “Il Comune di Collelongo è un esempio di buona amministrazione”, ha detto la senatrice del Pd, “il sindaco ha saputo ben spendere i soldi recuperati con l’apporto della precedente amministrazione che aveva lavorato con per reperire risorse con tenacia e caparbietà. Qui le risorse sono state messe a frutto come non è stato fatto, invece, in tanti altri Comuni che hanno avuto i soldi per le scuole ma che ancora non li spendono. Mentre io sono qui”, ha continuato la Pezzopane, il ministro Stefania Giannini è a Amatrice, dove una scuola è stata ricostruita a tempo di record. E’ importante far sentire la vicinanza delle istituzioni in un territorio martoriato dal terremoto ed è importante falla sentire qui, perché l’educazione dei bambini passa anche dalla serenità con cui vivono la scuola e il quotidiano con gli insegnanti. Vedo qui tante maestre con gli occhi pieni di gioia e voglia di fare. A loro e ai bimbi vivaci che sentiamo in sottofondo, auguro un buon anno scolastico”.

La senatrice ha poi fatto un accenno al progetto Casa Italia per cui saranno predisposti fondi per l’edilizia scolastica ma anche per quella privata.

Tra le insegnanti ce n’è stata una, Agnese, da 13 anni a Collelongo, che ha sollevato la problematica delle pluriclassi, con cui ha a che fare da otto anni.

Il dirigente scolastico Fabio Massimo Pizzardi ha risposto che si sta lavorando in collaborazione con l’ufficio scolastico regionale per questa problematica con cui spesso non è facile trovare un punto di incontro con i genitori. Il preside, di origini celanesi e di ritorno da una presidenza in Sicilia, ha sottolineato anche come è importante rimanere a scuola nel proprio territorio per sentirsi legati alla propria terra e ha salutato affettuosamente il suo predecessore, oggi pensione, Valentino Michele Manna.

Ha chiuso l’incontro il sacerdote che ha invitato i genitori ad attivarsi per organizzare un oratorio che magari avvicini i bambini alla chiesa il sabato, considerato che i bimbi, con il tempo pieno, avranno un giorno in meno alla settimana per andare a scuola. Don Carmine ha anche invitato i presenti a onorare la vita mettendo al mondo più bambini anche a Collelongo!

 

 




Lascia un commento