Lacrime e dolore per l’addio al 31enne Enzo Ventimiglia, “umile e affezionato alla vita”



Magliano dei Marsi – Un addio pieno di lacrime quello a Enzo Ventimiglia, il 31enne morto nella notte tra mercoledì e giovedì lungo la SR 578. Per Magliano dei Marsi oggi è il giorno del dolore. Una comunità intera si è stretta attorno ai familiari di Enzo, alla mamma, al papà, alla sorella e alla sua fidanzata.

La folla, visibilmente commossa, ha atteso l’arrivo del feretro fuori la chiesa di Santa Lucia dove, oggi pomeriggio, sono stati celebrati i funerali. “Il silenzio – ha detto il parroco nell’ omelia – in questi giorni farà da padrone. Non ci sono parole. È inutile adesso chiedersi il perché. Oggi vogliamo celebrare la vita, non solo la sua, ma anche quella degli altri, a cui Enzo era molto affezionato. Mai spavaldo, mai arrogante, era una persona umile. Amava la montagna, ma la frequentava sempre con coscienza. Nella tragedia del Velino, Enzo ha fatto su e giù anche contro la speranza. Enzo, adesso, ha già raggiunto la vetta più alta. Ora tocca a noi. Dobbiamo salire sulla montagna del dolore, della sofferenza e dell’incredulità e raggiungere la vetta, per sperimentare la vicinanza di Dio“.



Leggi anche