La solidarietà delle Democratiche abruzzesi a Francesca Buttari e Maria Olimpia Morgante



Nell’esprimere la massima solidarietà a Francesca Buttari, a cui è stato revocato con un atto vile l’incarico di assessora al Comune di Francavilla a pochi mesi dalla fine del mandato, la Conferenza regionale delle Donne Democratiche vuole sottolineare con forza quanto conti, nella pratica politica, la capacità di incidere sui destini della collettività. Il clamore seguito alla notizia del ritiro delle deleghe a Francesca è il segno concreto della sua capacità di amministrare con responsabilità e competenza.

La portavoce della Conferenza regionale delle Democratiche Lorenza Panei dichiara: “Solo chi è di animo libero ha la capacità di incidere sul proprio e sull’altrui destino. Quando scegliendo il proprio destino si decide di prenderlo nelle proprie mani e metterlo al servizio della collettività, questo non può che venire riconosciuto ed apprezzato. O almeno così dovrebbe essere. Vicende come quella di Francesca Buttari o come quella che ha coinvolto la sindaca di Scurcola Marsicana Maria Olimpia Morgante non rendono giustizia all’impegno delle donne nella politica. Noi sosterremo sempre le donne che operano con dedizione e professionalità, capaci di rappresentarci e che lavorano con abnegazione per il nostro territorio e le sue necessità. Perciò auguriamo loro di rimanere a testa alta e di farsi promotrici di questo grande processo di rinnovamento e di crescita. Da donna che orgogliosamente rivendica un ruolo attivo per tutte le donne nei contesti istituzionali e politici, credo che i gesti vili subiti da Francesca e Maria Olimpia siano stati ripagati dai numerosi messaggi di vicinanza e sostegno che hanno ricevuto in questi giorni”.