La sagra della castagna continua a stregare, numerosissimi i visitatori giunti da ogni parte



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Civitella Roveto – Successo e grande esodo in massa per i giorni della sagra della castagna, a Civitella Roveto.
Quest’anno, ormai alla XVI  edizione il paese  ,ancora una volta si è vestito a festa.
Le antiche cantine hanno  riaperto i battenti con una grande riverenza; la voglia di ammaliare con i sapori locali è sempre irresistibile  e come tutti gli anni, viene posta sempre su un piatto d’argento: castagne, tartufi, funghi porcini e marmellate di tutti i gusti, hanno  fatto bella mostra di sé nei diversi stand allestiti, dove la cultura locale  ribadisce sempre una forte identità del luogo.
Attraverso il percorso che sale, nella parte antica del paese, si   entra come d’incanto  in un altro mondo dove tutto è possibile. Il tempo si è fermato, gli istanti si riempiono  di  infinito e  le cantine, come  antiche botteghe medievali , riportano indietro ad un tempo perduto e quasi dimenticato.
La fiumana di gente  che ha percorso quei luoghi, in questi giorni, è stata spaventosa, pressati ed in fila indiana, i visitatori, giunti da ogni dove, erano ansiosissimi di assaggiare tutto quello che il paese aveva preparato con dedizione e cura.
Le  file di macchine, interminabili, procedevano a passo d’uomo dalla superstrada  durante tutti e tre i giorni. Si parla di  trentamila-quarantamila persone che hanno movimentato  queste tre giornate all’insegna del gusto e della spensieratezza, complice anche il clima.



Lascia un commento