La Farnesina esorta gli italiani ad evacuare l’Ucraina, l’ambasciata resta aperta ma il personale è stato ridotto al minimo essenziale



Il Ministero degli Esteri italiano si accoda agli altri paesi UE ed agli USA ed esorta, in via precauzionale, gli italiani ad abbandonare l’Ucraina. Altamente sconsigliato anche recarvisi. La paura è che in questi giorni le tensioni con la Russia possano degenerare in un vero e proprio conflitto. “Abbiamo deciso – riporta con una nota l’Unità di Crisi della Farnesina – di invitare, in via precauzionale, tutti i cittadini italiani presenti in Ucraina a rientrare nel nostro Paese con mezzi commerciali e a posticipare tutti i viaggi verso l’Ucraina. Un’altra decisione che abbiamo preso – continua – è quella di far rientrare tutto il personale non essenziale della nostra sede diplomatica a Kiev.
La nostra Ambasciata resta, però, pienamente operativa. In questi giorni ho avuto colloqui con i miei omologhi europei e con il ministro degli Esteri russo Lavrov.
Lavoriamo tutti per evitare una escalation nella crisi ucraina“.
I dati rivelano che gli italiani in Ucraina sono circa 2000, per lo più concentrati nella capitale.




Leggi anche