La Costituzione raccontata dai bambini, arriva l’encomio del Presidente della Repubblica



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Luco dei Marsi – “Piccoli Cittadini” crescono e per loro arriva anche l’encomio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. L’elogio del Presidente premia il progetto “Un calendario per la Costituzione – la Costituzione raccontata dai bambini”, un’iniziativa voluta dallo SPI CGIL Abruzzo e Molise e dalla FLC CGIL per celebrare i 70 anni della Carta. All’iniziativa hanno partecipato gli studenti di diversi istituti comprensivi di Abruzzo e Molise, tra cui gli alunni dell’I.C. “Ignazio Silone” di Luco dei Marsi.

I ragazzi hanno interpretato e illustrato alcuni tra gli articoli più significativi della Costituzione, realizzando un colorato calendario, genuina espressione di una visione fiduciosa e felice della Repubblica e delle sue radici democratiche. L’opera è stata presentata tra gennaio e marzo in diverse scuole, e a Luco dei Marsi nella sala consiliare del Comune, dove i protagonisti dell’iniziativa sono stati accolti, con una cerimonia dedicata, dalla sindaca Marivera De Rosa e da diversi rappresentanti dell’amministrazione comunale, con la partecipazione del segretario generale CGIL della provincia dell’Aquila, Umberto Trasatti, di Orante Venti, segretario generale SPI-CGIL della provincia dell’Aquila, di Giuseppe Oleandro e Antonio Iovito, segretari generali dello SPI-CGIL, rispettivamente, della provincia di Teramo e Abruzzo e Molise, e di Franca Pomilio di Auricom, insieme al dirigente scolastico Romolo Del Vecchio. Gli allievi dell’I.C. di Luco dei Marsi hanno realizzato la prima e l’ultima pagina del calendario; dalla creatività dei rappresentanti delle classi 5 ͤ A, B e C, l’articolo 12 della Costituzione, che dichiara il Tricolore bandiera nazionale,  e l’articolo 10 della Costituzione, che regola la condizione giuridica dello straniero in conformità alle norme e ai trattati internazionali, si sono tradotti nell’immagine poetica dell’Italia personificata vestita di verde, bianco e rosso, e raffigurata come salvatrice di persone in fuga da guerra e schiavitù, accostata alle illustrazioni di altri elementi identitari della penisola e dei temi più attuali a essa connessi.

Nel corso degli incontri,  i promotori e gli insegnanti hanno ricordato ai bambini la storia della nascita della Costituzione e hanno richiamato i principi che l’hanno ispirata, sottolineando, a ogni appuntamento, che “Essa è la madre della democrazia, l’inizio di un cammino collettivo di diritti e doveri. É  la possibilità preziosa e unica di realizzare una politica buona e giusta per tutti, un dettato di futuro. Amarla e ascoltarla di più e applicarla pienamente, è questo che fa donne e uomini nuovi, un Paese per bene e rispettoso. Un impegno che riguarda tutti”. Le insegnanti che hanno partecipato all’iniziativa: Ernestina Colabianchi, Candida D’Andrea, Angelita D’Angelo, Maria Giovanna Di Benedetto, Rita Di Giammatteo, Luciana Marangoni, Rosalia Monacelli.




Lascia un commento