Ira di Simone Angelosante per il discorso di “pro migranti” di Roberto Vecchioni durante il concerto ad Ovindoli

Ovindoli – Nella serata del 10 agosto, in occasione della festa patronale, ad Ovindoli in piazza San Rocco si è tenuto il concerto di Roberto Vecchioni. Il cantautore, già vincitore del Festival di Sanremo nel 2011, ha esternato le sue idee circa la crisi migratoria che coinvolge l’Italia e l’Europa, mostrando vicinanza ai migranti che intraprendono la rischiosa traversata del Mediterraneo e si è mostrato critico rispetto alle politiche migratorie del Governo. Le parole, che Vecchioni ha pronunciato durante il suo concerto, non sono state apprezzate da alcuni tra gli spettatori presenti, che hanno rumoreggiato e fischiato il cantante.

Sui social è arrivato anche lo sfogo di Simone Angelosante, sindaco del Comune di Ovindoli. Il primo cittadino, molto vicino alla Lega, ha criticato in modo deciso le parole di Vecchioni, insistendo sul fatto che il cantautore non abbia mostrato professionalità occupandosi di temi politici durante il concerto. Angelosante non ha risparmiato neppure il gesto che Richard Gere per la nave Open Arms. (M.D.S)

Ira di Simone Angelosante per il discorso di "pro migranti" di Roberto Vecchioni durante il concerto ad OvindoliIra di Simone Angelosante per il discorso di "pro migranti" di Roberto Vecchioni durante il concerto ad Ovindoli

Il Comitato Feste 2019 di Ovindoli, che ha organizzato l’evento, ha preso immediatamente le distanze sia dalle parole di Vecchioni che da quelle del sindaco Angelosante.

leggi anche:

[jnews_block_15 number_post=”1″ include_post=”367875″]