Intesa tra Trenitalia, forze di polizia e Regione Abruzzo per migliorare la sicurezza sui convogli

È stato sottoscritto a Pescara un accordo, in Regione, da Regione Abruzzo, Trenitalia, Polizia di Sato, Comando Legione Carabinieri Abruzzo e Molise, Comado regionale Guardia di Finanza e Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria Lazio-Abruzzo-Molise, finalizzato all’incremento del fattore sicurezza, personale e patrimoniale, a bordo treno. Tale accordo, finanziato con 550 mila euro dalla Regione e con validità dal primo giugno prossimo fino al 31 dicembre 2021, regolamenta la fruizione di gratuità per i servizi ferroviari regionali in seconda classe, nell’ambito della regione Abruzzo, da parte di appartenenti alle forze di polizia sulla base dell’eventuale adesione volontaria da parte di singoli interessati delle amministrazioni di Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria. L’ambito di efficacia dell’accordo è determinato dalle stazioni di confine: Vasto-San Salvo (linea Pescara-Termoli), Alba Adriatica-Nereto-Controguerra (linea Pescara-San Benedetto del Tronto), Oricola-Pereto (linea Pescara-Roma), Sella di Corno (linea Sulmona-Rieti), Ridotti-Collepiano (linea Avezzano-Cassino). In funzione di questa intesa, gli operatori delle forze di polizia aderenti all’iniziativa potranno salire a bordo treno mediante l’apposita app “Board Support”, scaricabile su qualsiasi smartphone.