Inquinamento fiume Liri, il capogruppo del PD in Regione, Silvio Paolucci presenta un’interpellanza al Presidente Marco Marsilio



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Valle Roveto – Il capogruppo del Partito Democratico in Regione Abruzzo, Silvio Paolucci, ha presentato un’interpellanza al Presidente della Regione Marco Marsilio, per conoscere quali iniziative intenda perseguire, di concerto con l’assessorato di riferimento, in relazione alla verifica della presenza di eventuali sostanze inquinanti  nel fiume Liri.

L’iniziativa del Capogruppo del PD scaturisce dalle segnalazioni di numerose associazioni ambientaliste e della pesca sportiva, che nelle scorse settimane, avevano segnalato il problema agli organi di stampa locali della Marsica, fra i quali TerreMarsicane, che ha tenuto costantemente acceso un faro sul tema.

L’interpellanza, prende atto di un fenomeno che si ripresenta ciclicamente e chiede nella sostanza, che l’intero tratto compreso fra le due attuali stazioni di campionamento dell’ARTA, venga sottoposto a un costante monitoraggio al fine di individuare l’origine della formazione delle schiume maleodoranti.

Il tema di un mirato monitoraggio delle acque fluviali, lungo tutto il bacino, era stato posto con forza anche nel convegno del 20 giugno a San Vincenzo Valle Roveto. In quella occasione l’ing. Rosaria Villa, portavoce dell’associazione Viviamo il Liri che raggruppa tutte le associazioni ambientaliste scese in campo a difesa del Liri, rivolgendosi ai tecnici dell’ARTA, aveva auspicato l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia che consentissero la rilevazione in tempo reale e in remoto dei dati.

Il dottor La Molinara dell’ARTA, aveva però sottolineato che la scelta di intensificare i controlli dovesse passare necessariamente attraverso le indicazioni della Regione, e a tal proposito, aveva esortato gli amministratori presenti, Giulio Lancia, Pierluigi Oddi e Ugo Buffone, a mettere in campo tutte le azioni istituzionali utili a portare l’istanza all’attenzione degli uffici preposti presso la Regione Abruzzo.

 

LEGGI ANCHE

[jnews_block_4 number_post=”3″ include_post=”411529,410643,410967,410778,410868″]