Ingoia cocaina al posto di blocco e finisce in ospedale



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Pescina. Un marocchino di 26 anni ieri mattina è finito in ospedale per aver ingoiato un involucro di cocaina. Le sue condizioni di salute sono a rischio, in quanto se l’involucro dovesse aprirsi, il giovane potrebbe anche avere gravi conseguenze o addirittura potrebbe morire.

Ieri mattina, intorno alle nove e mezza, il giovane era in compagnia di altre tre persone, quando è stato fermato a un posto di blocco alle porte di Pescina. Si tratta di quattro persone originarie del Marocco che vivono a San Benedetto dei Marsi.

I carabinieri della stazione di Pescina, agli ordini del luogotenente Rocco Alì, erano in servizio per i controlli del territorio, predisposti per il periodo natalizio.

La pattuglia ha fermato l’auto e ha controllato i documenti ai passeggeri. Rilevate delle sanzioni legate al codice della strada l’auto è tornata in marcia.

I carabinieri, però, insospettiti dall’imbarazzo con cui i marocchini si erano relazionati, hanno tenuto sott’occhio l’auto che di lì a poco ha cambiato direzione, dirigendosi verso l’ospedale di Pescina. Qui il 26enne che era a bordo ha detto di sentirsi male.

Non è ben chiaro se abbia spiegato o meno l’accaduto ma fatto sta che è stato trasferito con urgenza ad Avezzano. Qui viene tenuto sotto osservazione.

Gli sono stati somministrati dei farmaci che accelerino il corpo a espellere l’involucro. Se la cocaina dovesse in qualche modo essere recuperata il 29enne potrebbe essere denunciato.

AGGIORNAMENTO 26/12/2016, ORE 12.40: Il marocchino si trova ancora in ospedale. Ha un blocco intestinale. Forse dovrà essere operato affinché vengano scongiurate gravi conseguenze.

 




Lascia un commento