“Inferno incendio”, muore la fauna selvatica. Trovato un capriolo senza vita. Le fiamme si spostano a Ortucchio



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Ortucchio. Sono già circa 700 gli ettari di terreno o meglio di bosco, bruciati in un incendio devastante che sta bruciando da giorni ormai un’ampia area che comprende il territorio dei Comuni di Trasacco, Collelongo e Ortucchio.

Le fiamme si sono spostate nel versante di Ortucchio e davanti alle scarse risorse messe a disposizione dagli Enti preposti tanti cittadini si sono messi a disposizione di vigili del fuoco, protezione civile e forestali e stanno dando un amano a spegnere il fuoco.

"Inferno incendio", muore la fauna selvatica. Trovato un capriolo senza vita. Le fiamme si spostano a OrtucchioOperazioni pericolose e a rischio che vanno ad aggiungersi al volo dei canadair che evidentemente da soli non bastano.

Sui social è stata diffusa l’immagine di un capriolo morto. Tutti sanno che le aree che stanno bruciando sono quelle del parco dove vive l’orso marsicano e dove vivono diverse specie di animali selvatici.

“Nella quasi totale indifferenza generale stanno bruciando ettari ed ettari di montagne che non appartengono solo agli ortucchiesi, Trasaccani e collelonghesi ma che sono di tutti”, scrive polemico sul web il consigliere comunale di opposizione la Comune di Ortucchio, Mario D’Agostino, “vogliano le autorità preposte attivare le procedure d’emergenza e coinvolgere l’esercito italiano. Non si può solo contare sullo spirito di valorosi volontari”.

“Purtroppo siamo in una condizione dove scarseggiano mezzi e risorse di tutte le forze dell’ordine che stanno operando, sarebbero bastati una serie di molteplici lanci di elicotteri e canadair per far fronte nel giro di qualche ora all’emergenza incendio che sta interessando la nostra zona, ma purtroppo non ci sono né mezzi e né uomini”, scrive su Facebook Maurizio Di Cintio,  “io credo che per far fronte a questa mancanza del nostro stato/governo bisogna adoperarsi tutti e ripeto tutti nel dare un piccolo contributo personale da volontari, ricordandosi che sono le nostre montagne ! Grazie a tutti per il lavoro che state svolgendo”.

 

 

 

 




Lascia un commento