Incremento dell’e-commerce in provincia dell’Aquila. Poste Italiane: nel 2020 + 61% rispetto al 2019



L’AquilaNel 2020 in tutta la provincia dell’Aquila Poste Italiane ha registrato una crescita del 61% sulle consegne di pacchi. Si tratta, sempre nel confronto con l’anno precedente, dell’incremento maggiore in Abruzzo e del 20% superiore a quello medio nazionale.

Un aumento dei volumi importante, diretta conseguenza anche del lockdown che ha contribuito in maniera ancora più decisa all’impennata del commercio elettronico. In questo contesto caratterizzato dai nuovi comportamenti dei consumatori, Poste Italiane ha confermato la sua capillarità e l’efficienza di una rete distributiva che in tutta la provincia conta tre importanti Centri di Distribuzione (L’Aquila, Avezzano e Sulmona).

Nella Marsica, il servizio di recapito di pacchi e corrispondenza è gestito dal Centro di Distribuzione di Avezzano, dal quale dipende anche il presidio di Carsoli. Nell’impianto lavorano 64 dipendenti tra portalettere, addetti alle lavorazioni interne e figure di staff, mentre il parco mezzi aziendale è costituito da 67 veicoli tra automezzi e motomezzi. Il Centro di Distribuzione di Avezzano serve oltre 52mila numeri civici tra abitazioni, uffici e attività commerciali, di cui circa 22mila soltanto nel territorio comunale di Avezzano.

Oltre alla logistica tradizionale, la distribuzione di Poste può contare sulla rete Punto Poste, l’insieme di attività commerciali che offrono i servizi di ritiro e spedizioni pacchi, che conta 10mila tabaccherie, bar, cartolerie, negozi ed edicole presso le quali è possibile ritirare i propri acquisti in modo semplice e veloce. In tutta la provincia dell’Aquila sono 63 gli esercizi aderenti alla Rete Punto Poste, di cui 21 nella Marsica.

Alcuni studi hanno evidenziato come nel 2020 anche nella Marsica i settori maggiormente trainati dal commercio online siano stati, dopo quello alimentare, quello dell’intrattenimento, della tecnologia e degli accessori per la casa.

Nel nuovo anno, la consegna e-commerce di Poste Italiane si è inoltre arricchita di nuovi servizi. Attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, infatti, è possibile consultare lo stato della spedizione anche attraverso il canale WhatsApp. Per utilizzare il servizio è sufficiente inviare un messaggio WhatsApp al numero 371.5003715 che mette il cliente in contatto con l’Assistente Digitale Poste in grado di interagire con i clienti in un linguaggio naturale. Per eseguire la tracciatura è necessario indicare il codice di invio presente sotto il simbolo a barre del prodotto inviato o, in caso di acquisto online, il numero fornito dal venditore.

Dal 1862 Poste Italiane consegna lettere alle famiglie e alle imprese italiane, ma negli ultimi anni è il settore dei pacchi a trainare il business dell’Azienda, tanto che per la prima volta, nell’ultimo trimestre del 2020, la crescita dei ricavi da pacchi ha compensato il calo dei ricavi della corrispondenza tradizionale.

Anche in termini assoluti, i 210 milioni di pacchi consegnati in un anno a livello nazionale (+41% rispetto al 2019, e a dicembre una media record di 1,3 milioni al giorno) hanno segnato un risultato più che raddoppiato rispetto al 2016.