Inaugurazione del primo “Murale per Cese”. Il primo passo di un progetto di valorizzazione dell’associazione giovanile “Mapuche”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Cese– I detrattori più critici sostengono che la “moda” dei murales passerà come le altre. Noi crediamo poco a questa teoria, ma crediamo molto nella forza del rinnovamento, della cura, dell’estetica come veicolo di un impegno per i propri luoghi. Un impegno fatto con le mani, con il tempo, lontano dai formalismi costruiti a tavolino.

L’idea del “murale per Cese” nasce in pieno lockdown come un modo per stimolare la fantasia dei ragazzi e spingerli a guardare oltre il vuoto di quel presente. Un concorso da cui sono arrivate creatività e idee, e che vede il primo passo nell’inaugurazione di “Madre e terra”, l’opera nata dal talento di Emanuela Cipollone e realizzata assieme ai ragazzi dell’associazione sulla cabina elettrica che Enel ha reso disponibile, accogliendo la richiesta di “Mapuche” con grande propensione e disponibilità. L’autrice ha scelto di rivisitare “la nascita di Venere” di Botticelli rappresentando la terra come madre ed inserendo nell’opera l’elemento simbolo delle “lattaròle” di Cese. “È un’immagine che in me ha sempre suscitato grande stupore – ha scritto nella descrizione del quadro – per la forza che quelle donne dimostravano ogni giorno”. Non un’opera qualunque, dunque, ma una sintesi artistica di tracce storiche e di attaccamento alla propria terra, lo stesso che “Mapuche” porta con sé già nel nome.

La creazione artistica rappresenta soltanto il primo passo all’interno di un progetto più ampio che non si limita ai murales, ma che vuole portare valore e bellezza in diversi angoli di Cese attraverso installazioni creative e riproduzioni fotografiche dedicate a piazzette e stradine, piccoli giardini e “orti verticali” con cui valorizzare alcune pareti, oltre a realizzazioni fantasiose da affidare alle mani dei bambini e ragazzi del posto. 

Forse un piccolo progetto per istituzioni ed enti dotati di fondi e autonomia finanziaria. Un impegno enorme, oltre che affascinante, invece, per un’associazione che vive di contribuzioni volontarie e non può contare che sulla propria determinazione. Abbiamo idee e voglia di fare, lo testimoniano i nostri quasi dieci anni di attività sociali, con i nostri progetti vogliamo dire ai ragazzi di oggi e di domani che impegnarsi è sempre bello, edificante, coinvolgente. Se condividete questi propositi, venite a conoscerci e magari a sostenerci sabato 9 ottobre: alle 18.30 sveleremo il primo “murale per Cese” e sarà una buona occasione per parlare di futuro dentro un borgo che ne ha bisogno, ma soprattutto desiderio.

Inaugurazione del primo “Murale per Cese”. Il primo passo di un progetto di valorizzazione dell’associazione giovanile “Mapuche”
Inaugurazione del primo “Murale per Cese”. Il primo passo di un progetto di valorizzazione dell’associazione giovanile “Mapuche”



Redazione Contenuti

Ad Avezzano torna la favola invernale di “Magie Di Natale”, eventi, mercatino natalizio, pista di pattinaggio e molte altro per il natale marsicano

Avezzano – Le vetrine dei negozi sono già addobbate a festa, i piazzali dei centri commerciali illuminati da migliaia di decori scintillanti.  Ad arricchire l’atmosfera dell’evento che più di ogni altro ha il sapore delle festività, dopo il forzato stop dovuto alla pandemia, torna MAGIE DI NATALE, l’atteso appuntamento del 2021. Organizzato dal Comune di