Inaugurati 7 posti di terapia intensiva Covid ad Avezzano, Marsilio: “Struttura moderna e innovativa”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Sono stati inaugurati questa mattina sette nuovi posti di terapia intensiva Covid ad Avezzano.

“Oggi è un giorno importante – ha affermato il presidente della Regione Marco Marsilio – per la sanità marsicana e per la sanità abruzzese. Avezzano è stato l’epicentro, un anno fa, di un’ondata pesantissima e questa ondata ha avuto anche i suoi momenti di criticità e le sue tragedie, come accade in momenti di pandemia e di emergenza sanitaria. Facemmo sforzi importanti per fronteggiare le difficoltà e le inadeguatezze.

La pandemia sta rialzando la cresta, se saremo bravi e riusciremo a reggere l’urto, potremmo dire che la stagione è salva. Mi auguro che tutti i cittadini sentano il dovere e l’utilità di andarsi a vaccinare, non solo per il covid, ma anche per l’influenza stagionale.

I numeri dimostrano che c’è un’accelerazione importante. Quella inaugurata oggi, è una struttura che resterà sempre a disposizione dell’ospedale, con una strumentazione di altissimo livello, una organizzazione molto razionale ed efficiente perché ottimizza l’impiego del personale. Una struttura moderna e innovativa, che permette di controllare sette posti letto da un’unica postazione, aiuta a diminuire l’esigenza di nuove risorse umane.

La terapia intensiva è completamente separata dal resto del corpo dell’ospedale e direttamente collegata con il pronto soccorso. Consente quindi di poter curare e ricoverare pazienti colpiti da una malattia infettiva in una fase acuta, ma senza avere nessun impatto con il resto dell’organizzazione ospedaliera. Quindi, grande sicurezza, sia per i pazienti di malattie infettive, sia per il resto dell’ospedale che viene protetto da questa infezione”.