Impianto di compostaggio di Massa d’albe, “situazione ormai ingestibile”, organizzata una raccolta firme



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Massa D’Albe – Domenica 7 ottobre e domenica 14, dalle ore 10 alle ore 20 prima a Magliano dei Marsi e poi a Massa d’albe, verrà allestito un gazebo per una raccolta firme. Il motivo della stessa è la protesta per l’impianto di compostaggio di “Contestabile Ambiente srl” ex CESCA ,sito in località Campo nel comune di Massa d’Albe, che investe soprattutto i comuni di Massa d’Albe, Magliano dei Marsi e Scurcola Marsicana.

“I livelli di ammoniaca nell’aria si percepiscono a molti km di distanza, la situazione è diventata ormai ingestibile e suscita la preoccupazione dei cittadini, che a partire dal 2014, anno di insediamento del compostatore atto al recupero dei rifiuti organici, subiscono le maleodoranti quanto malsane conseguenze.” ad affermarlo sono gli attivisti di “Massa d’Albe amici a 5 Stelle”.

“Anche dentro casa non ci si sente al sicuro – commentano ancora gli attivisti – “costringendo chi vi abita a barricarvisi nei periodi estivi o addirittura ad abbandonarle per poi rientrare a tarda ora, e non solo per sfuggire al cattivo odore, ma anche alla componente dannosa che si nasconde nell’aria e che allarma i cittadini ormai da diversi anni; ulteriore preoccupazione desta poi l’elevato numero di cave di inerti.

C’è inoltre una componente da non sottovalutare, ovvero il fatto che l’impianto si trova nel Parco Nazionale Velino Sirente, uno dei panorami più rilevanti e paesaggisticamente suggestivi di tutto il territorio abruzzese, perciò gli attivisti del gruppo “Massa d’Albe amici a 5 stelle”, insieme ad associazioni e comitati che lottano per questa causa, si sono fatti portavoce delle richieste e delle esigenze dei residenti.”

L’impegno è quello di sostenere quante più attività possibili che vadano a salvaguardare il diritto alla salute e la difesa del territorio, combattendo chi tenta ostacolare con intenti speculativi tali obiettivi.




Lascia un commento