Il TAR dà ragione al Comune di Tagliacozzo: nei prossimi giorni inizieranno i lavori per il rifacimento della pubblica illuminazione



Tagliacozzo – Giunge al termine un’annosa e spinosa vicenda riguardante il rifacimento e l’efficientamento energetico della pubblica illuminazione dell’intero territorio comunale. A partire dalla metà di marzo saranno avviati i lavori da parte dell’impresa “G.F.M. Gestioni” s.r.l., aggiudicataria del project financing attuato dal Comune di Tagliacozzo, in alternativa alla vecchia proposta progettuale della “Ceie power” s.p.a.

Il Sindaco Vincenzo Giovagnorio ha dichiarato: “Questa sentenza pone fine ad un troppo lungo periodo in cui i nostri concittadini hanno dovuto attendere per avere un servizio di pubblica illuminazione moderno ed efficiente. Partiranno subito i lavori e in pochi mesi il Territorio comunale avrà finalmente una nuova illuminazione pubblica più sicura, più potente e meno dispendiosa”.

La vicenda ha inizio dal ricorso al Tribunale amministrativo regionale d’Abruzzo con cui la ditta “Ceie Paower” s.p.a. chiedeva l’annullamento della delibera del Consiglio comunale di Tagliacozzo che disponeva il recesso dalla convenzione, sottoscritta nel 2014 con la Provincia di Chieti, capofila del Programma “Elena”, per il rifacimento e l’efficientamento energetico degli impianti di pubblica illuminazione.

Il Tar, con sentenza pubblicata in data 3 marzo scorso, ha respinto il ricorso della “Ceie Power” s.p.a., dichiarando la piena legittimità del recesso dalla convenzione e negando ogni indennizzo e il risarcimento del danno alla ditta citata, riconoscendo tra l’altro la adeguata ed accurata istruttoria compiuta dall’Ente comunale e dando ampiamente conto delle congrue ragione di pubblico interesse sottese al recesso.

A tal riguardo il Sindaco ha voluto ringraziare l’Ufficio tecnico comunale nella persona del Dirigente Ing. Roberta Marcelli e gli altri uffici, unitamente al Segretario comunale Dott.ssa Maria Picchi, per il lavoro sinergico che ha portato a conseguire questo importante risultato.

La convenzione prevedeva la riqualificazione degli impianti e reti di pubblica illuminazione oltre all’efficientamento energetico dei sistemi di illuminazione pubblica. Nell’agosto 2018, dopo ben 4 anni dalla sottoscrizione di tale convenzione, la Provincia di Chieti ha invece sottoscritto con la ditta “Ceie Power” spa, aggiudicataria della procedura di gara, il contratto quadro che prevedeva però la sola riqualificazione energetica e la gestione degli impianti di pubblica illuminazione.

Nel lungo periodo trascorso dalla data di sottoscrizione della convenzione ad oggi, è intervenuta per il Comune di Tagliacozzo la necessità impellente di provvedere al rifacimento di interi tratti di reti di illuminazione pubblica, prima dell’efficientamento energetico delle stesse, in quanto trattasi di linee vetuste che spesso lasciano intere zone al buio per diversi giorni e che richiedono, ormai troppo frequentemente, consistenti interventi di manutenzione straordinaria.

L’Amministrazione Comunale, alla luce di quanto sopra, ha operato delle valutazioni in merito alla sottoscrizione del contratto attuativo con la ditta “Ceie Power” s.p.a., anche a seguito di diversi incontri con la stessa, alla quale sono state più volte palesate le difficoltà che l’Ente comunale avrebbe avuto con l’attuazione del Programma “Elena” così come previsto in ultima analisi dalla Provincia di Chieti, a causa del peggioramento delle condizioni delle reti di pubblica illuminazione dal 2014 ad oggi.

A tal riguardo è stato chiesto un parere al Prof. Avv. Vincenzo Cerulli Irelli sull’obbligo di sottoscrizione del contratto attuativo con la società “Ceie Power” s.p.a. e nella seduta di Consiglio Comunale del 25 gennaio 2020, supportato dal citato parere legale, il Comune di Tagliacozzo ha deliberato il recesso dalla convenzione ed ha avviato successivamente l’iter per l’adeguamento normativo, la riqualificazione energetica e la gestione degli impianti di pubblica illuminazione mediante ricorso all’istituto del project financing, conclusosi con la stipula del contratto con la ditta “G.F.M. Gestioni” s.r.l. lo scorso 8 gennaio.