Il sindaco di Ortucchio si difende: “Nessuna multa all’azienda di mia moglie”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Ortucchio. In merito all’inchiesta di Terremarsicane (leggi qui: Fucino, controlli a tappeto contro il lavoro nero. Multata anche la moglie del sindaco di Ortucchio) sui controlli a tappeto dell’ispettorato del lavoro nelle aziende del Fucino e sull’invio al prefetto di una lettera da parte del sindaco di Ortucchio, Raffaele Favoriti, in cui si lamenta il continuo afflusso di immigrati, pubblichiamo per intero la replica dell’avvocato Iageregger.

Per conto e nell’interesse del sindaco di Ortucchio, sono a contestare il contenuto della nota apparsa sulla pagina odierna di Terre Marsicane, dal titolo “Controlli nel fucino multata anche la moglie del sindaco di Ortucchio” per la infondatezza e la pretestuosità dell’articolo. Alcuna sanzione è stata elevata a danno del coniuge del sindaco, titolare dell’azienda, ed in tal senso saranno attivate le opportune iniziative dirette a tutelare l’immagine delle persone coinvolte. Alcun lavoratore in nero era alle dipendenze della azienda.

Di maggior gravità invece la notizia riferita della nota inviata al Prefetto di L’Aquila sulla situazione immigrati ad Ortucchio, atteso che la  stessa è stata recapitata in via estremamente riservata  e di quanto accaduto saranno chiesti chiarimenti alla stessa prefettura, cui la presente nota sarà inviata per conoscenza.

Tanto si doveva per ragioni di verità.

Ortucchio  li 12.10-2016

                     Avv. Roberto Iageregger




Lascia un commento