Il pupazzo Remigio arriva a Vienna, si è concluso il primo cicloviaggiato dedicato alla memoria di Eligio Ferrari



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Carsoli – Qualche mese fa Eligio Ferrari, vicepresidente della Croce Rossa Italiana del comitato di Carsoli, è venuto a mancare prematuramente, la notizia ha sconvolto l’intera comunità.

Per onorare la sua memoria è nata una pagina Facebook, “In bici con Remigio” che anticipa la nascita di un’associazione in suo onore ed è collegata ad eventi inerenti la CRI. Grazie a questa iniziativa è stato compiuto il il primo cicloviaggio “in bici con Remigio, fino a Vienna”, che vede protagonista  il pupazzetto Remigio appartenuto ad Eligio che è “arrivato” fino a Vienna.

“Dopo la perdita del caro amico Eligio Ferrari, sua sorella Catia mi ha donato Remigio, il pupazzetto che vedete qui sotto e che ha cicloviaggiato con noi.

Eligio, volontario e vicepresidente della Croce Rossa Italiana – Comitato di Carsoli, ha speso la sua vita per aiutare chiunque ne avesse bisogno; per ricordarlo e tenere vivi i suoi valori, abbiamo voluto dedicargli ogni centimetro di questo viaggio, descrivendolo con gli occhi di Remigio.

#bikeremigio è stato il grido di battaglia che, dal Duomo di Milano, ci ha spinti fino Vienna; oltre 1000 km partendo dal salotto di casa. Remigio si è divertito un mondo

Le pagine di BikeRemigio sono un esperimento, un diario di viaggio goliardico che vuole anche sensibilizzare alle iniziative della CRI (col prossimo viaggio avremo delle belle novità in merito).Abbiamo lasciato le bici in Austria e in agosto le riporteremo a casa, sempre con Remigio sul portapacchi, passando da…chissà…

Se volete seguiteci e sostenete la CRI, così come ha fatto per tanti anni il nostro Eligetto. 

Daijeeeee”

Le immagini di questa incredibile avventura sono visibili sulle pagine:

www.facebook.com/bikeremigio/

www.instagram.com/bikeremigio/