Il nonno dello sport luchese



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Luco dei Marsi – “ A ogni latitudine, tutte le tradizioni popolari esaltano la figura del nonno, che i cittadini di Luco dei Marsi incontrano quotidianamente tra i suoi vicoli, con il carico di frutti e di saggezza, ancora agile nonostante i suoi – quasi – 90 anni come un felino, meglio, come un “giaguaro”, perché è questo il nome col quale è conosciuto : al secolo Loreto di Gianfilippo”, scrive un nutrito gruppo di cittadini, composto da rappresentanti dello sport, della Cultura e della politica luchese, che propone un pubblico riconoscimento per Loreto Di Gianfilippo, animatore e promotore da ben oltre mezzo secolo di iniziative nel settore sportivo dedicate ai giovani.
“Tutti danno per scontato che ci sia, soprattutto per il suo costante impegno che da oltre mezzo secolo promuove e seleziona varie generazioni di calciatori locali, che sono stati formati prima ancora come uomini che atleti: nel suo campo da gioco, costruito da lui stesso in tanti anni di duro lavoro, fornisce un piccolo-grande esempio per tutti, specie per una comunità che sembra aver smarrita se stessa e il “Bene Comune”.
È ancora il tempo della vita e non dei rimpianti, che deve essere onorato con atti concreti e con riconoscimenti pubblici, in primo luogo dalle istituzioni tutte, che dovrebbero guidare e non subire la deriva dei processi culturali, sociali ed economici in atto, recuperando quello spirito originario di lotte e sacrifici, che tanto hanno fatto progredire questa terra marsa: questo ha sottolineato la stessa società sportiva di calcio, richiamando l’immagine del riscatto di un intero Paese, a partire dalla forza dello sport!
I buoni esempi vanno così coltivati con tenacia sapendo che spesso è più facile seguirne i cattivi, perché talmente diffusi da essere fonte di emulazione, specie per le nuove generazioni, ma contemporaneamente contraltare del dissenso delle vecchie. Allora è tempo di agire, dando il meglio da parte di tutti, a partire da chi gestisce, pro-tempore, l’amministrazione pubblica locale, accogliendo così la proposta di un riconoscimento ufficiale per uno dei suoi figli migliori come Loreto di Gianfilippo, con una medaglia al valore sì sportivo, ma carica di tanta umanità ed affetto popolare!”



Lascia un commento