Il Fucino e le aree limitrofe nell’antichità: si chiude con successo il V Convegno di Archeologia ad Avezzano



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Grande la partecipazione da parte del pubblico al V Convegno di Archeologia, “Il Fucino e le aree limitrofe nell’antichità“, che si è tenuto sabato 6 e domenica 7 novembre presso il Castello Orsini di Avezzano. Un Convegno organizzato dall’Archeoclub sezione della Marsica. A introdurre l’importante evento, uno dei più rilevanti del territorio, la presidente dell’Archeoclub Marsica, prof.ssa Laura Saladino, e il presidente onorario avv. Umberto Irti.

I primissimi interventi sono stati dedicati alla preistoria con le relazioni su Paleolitico e Mesolitico per passare al Neolitico con uno studio sul sito di Colle Santo Stefano di Ortucchio. Il Neolitico è stato protagonista degli interventi delle studiose Giovanna Radi, Laura Giaco, Lucia Angeli, Cristina Fabbri.

A seguire testimonianze sull’età del Rame nel Fucino e a San Martino di Torano, presso Borgorose (Rieti). Importanti anche gli studi legati alle necropoli dell’Alta Valle di Sangro con una relazione di Coppola, Pantano e Porzi dedicata alla necropoli dell’età del Ferro di Valle Mura di Carsoli.

Nella giornata di domenica ci sono stati gli apprezzati interventi di Emanuela Ceccaroni che ha parlato dei “Risultati delle attività di tutela e ricerca nella Marsica (2015-2021)“; di Giuseppe Grossi con le “Novità sull’Ager Marsorum: ocres, necropoli e templi“; del prof. Marco Buonocore che ha parlato di “Alba Fucens tra storia ed epigrafia. Quali Novità?” e, per finire, del prof. Cesare Letta: “Il culto imperiale tra i Marsi: riflessioni sulle imagines Caesarum donate da Aulo Virgio Marso al vicus Anninus“.

Nel pomeriggio della domenica molto si è parlato dell’ultima campagna di scavi presso Alba Fucens oltre che di “Angizia e le streghe” e delle “Nuove acquisizioni archeologiche dal territorio di Collarmele“. Tra gli argomenti trattati nella seconda giornata anche del tratturo Celano-Foggia (Andrea Staffa), dell’Antico Egitto nella Marsica (Mattia Mancini), del recente e prezioso lavoro archeologico legato al Castello di Pietraquaria (Malandra, Grossi, Saladino), delle sorprendenti novità legate al restauro della chiesa di S. Giovanni di Avezzano (Pasqualetti, Cinfarani), della decima del 1327 dell’Archivio Segreto del Vaticano (Venditti, Saladino) e di Luigi Colantoni (Cesare Castellani).

La due giorni di Archeologia ha attratto al Castello Orsini numerosi appassionati di archeologia, di storia, di cultura del territorio attratti dalle importanti tematiche che il V Convegno di Archeologia ha toccato e dal prestigioso parterre di studiosi ed esperti presenti. Grande l’impegno del Direttivo dell’Archeoclub Marsica e degli associati che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento a cui farà seguito, tra qualche tempo, la pubblicazione degli Atti del V Convegno.



Redazione Contenuti

Ad Avezzano torna la favola invernale di “Magie Di Natale”, eventi, mercatino natalizio, pista di pattinaggio e molte altro per il natale marsicano

Avezzano – Le vetrine dei negozi sono già addobbate a festa, i piazzali dei centri commerciali illuminati da migliaia di decori scintillanti.  Ad arricchire l’atmosfera dell’evento che più di ogni altro ha il sapore delle festività, dopo il forzato stop dovuto alla pandemia, torna MAGIE DI NATALE, l’atteso appuntamento del 2021. Organizzato dal Comune di