Il coro dei Giovani dell’Azione Cattolica di Avezzano è in partenza per il 5° appuntamento Mondiale dei Giovani della Pace



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Una delegazione di 12 giovani de l’orchestrACoro, Coro dei Giovani dell’Azione Cattolica Diocesana di Avezzano, partirà alla volta di Padova, il prossimo 13 maggio, per partecipare al Mondiale Giovani della Pace, appuntamento internazionale giunto alla sua quinta edizione e frutto di un percorso trentennale. Quest’anno il tema sarà: “L’odio non ci fermerà, ripartiamo dall’amore”.

L’evento nasce dall’incontro del Sermig (Servizio Missionario Giovani) e del suo fondatore Ernesto Olivero con migliaia di giovani, uomini e donne, credenti e non, con un unico scopo comune: permettere alle nuove generazioni di farsi ascoltare dai grandi della Terra nei campi della politica, della cultura, dell’economia, della spiritualità.

Tutto è nato a gennaio 2016 grazie alla collaborazione tra il Sermig-Arsenale della Pace e l’Azione Cattolica di Avezzano – spiega Gianmarco Di Cosimo, vicepresidente del settore giovani e direttore del coro –  da qui è si è formata la Tavola della Pace, un punto pace nella Marsica che interessa molte realtà laicali diocesane e che vede l’Azione Cattolica capofila del progetto”.

A seguito dell’incontro, il settore giovani dell’Azione Cattolica di Avezzano ha messo in pratica l’idea di partecipare al Mondiale tramite il proprio coro di giovani, e ha aderito anche al progetto #millevociperlapace, che coinvolgerà mille voci di ogni regione d’Italia, unite dalla passione per il canto, la spiritualità e la solidarietà, con l’intento di portare una testimonianza di pace, dialogo e amore attraverso la musica.

Lo scorso 8 maggio, la delegazione in partenza, costituita da Di Cosimo Gianmarco, Buccilli Caretta Flavio,Capoccetti Annamaria, Cappelletti Armando, Di Cosimo Gabriele, Di Filippo Giovanna, Di Luca Valentina, Di Stefano Eleonora, Gatti Lorenza, Sangiacomo Matteo, Sangiacomo Simone, Tomei Eleonora, ha ricevuto il mandato, simboleggiato dalla decina del Rosario, dai vari rappresentanti della Tavola della Pace, guidati dal Presidente dell’Azione Cattolica Diocesana, Donatella Masci.

Non ci resta che augurare a questi giovani marsicani di scrivere una pagina della storia, ognuno con il proprio contributo, così come disse Giovanni Paolo II, nella giornata del Giubileo della Pace, il 22 dicembre 2000 : “Scrivete, cari amici, ognuno con il proprio contributo, una pagina di storia dei giovani e per i giovani, dove le nuove generazioni emergano come protagoniste appassionate d’una feconda stagione della civiltà dell’amore”.

 




Lascia un commento